Vogliamo una transizione ecologica non quella finta messa in atto dal Ministro Cingolani!

Vogliamo una transizione ecologica non quella finta messa in atto dal Ministro Cingolani!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!

Domenico Barranca ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri)

Signor Presidente del Consiglio, dopo l'ennesima bocciatura da parte dell'Unione Europea, chiedo le dimissioni del Ministro Cingolani e che venga sostituito con una persona che abbia la voglia, la forza e la capacità di portare avanti una vera transizione ecologica. L'ultima notizia:

https://economiacircolare.com/dimissioni-cingolani-no-inceneritori-pnrr/

è la goccia che fa traboccare il vaso. Dopo la bocciatura da parte dell'Unione Europea, dell'uso dell'idrogeno blu (https://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/energia/2021/07/08/greenpeace-la-lobby-dei-fossili-promuove-lidrogeno_98c3e03e-a5b5-4818-9c84-8fa8ae667b40.html dopo che nel recente passato ha parlato di mini centrali nucleari (evidentemente due referendum che hanno bocciato il nucleare non sono bastati), mi sembra evidente che ci vuole una persona che abbia già esperienza, forza e soprattutto voglia per una vera transizione ecologica, per il benessere delle generazioni attuali e future. Gli attuali cambiamenti climatici ci impongono un'azione ecologica capillare nell'attuale società ancorata ancora ai combustibili fossili e a false soluzioni (come gli inceneritori) al problema dei rifiuti. E' necessario un vero cambiamento nei trasporti che siano veramente sostenibili invece di continuare ad incentivare auto che emettono gas climalteranti e nocivi alla salute umana. E' vostra responsabilità il futuro e il benessere delle generazioni future e attuali.
Grazie per la cortese attenzione e buon lavoro!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!