ABOLIZIONE ACCISE CARBURANTI EMERGENZA UCRAINA

ABOLIZIONE ACCISE CARBURANTI EMERGENZA UCRAINA

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Ivo Mej ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi presidente@pec.governo.it e a

A causa dell’invasione russa in Ucraina in Italia, come in tutta Europa, i carburanti e il gas hanno raggiunto prezzi mai visti prima. La benzina ha superato i 2 euro al litro. Sono oltre 700mila i piccoli imprenditori che protestano (come i camionisti), e secondo l’associazione degli artigiani si trovano in grande affanno. E' una vera e propria emergenza perché i rincari incidono su famiglie e attività produttive ed hanno effetti diretti sui prezzi al dettaglio delle merci, considerato che in Italia l’85% viaggiano su gomma. Le accise incidono sul prezzo per il 59% sulla benzina, per il 55% sul gasolio. Da quasi 90 anni i governi italiani hanno reiterato e aggiunto accise con la scusa degli eventi eccezionali. Passata l’emergenza, le accise sono rimaste  e oggi gravano sul prezzo della verde alla pompa per ben 728 centesimi, sui quali si paga anche l’Iva (la tassa sulla tassa, un’altra assurdità), vale a dire altri 321 centesimi. Sono 19 le accise in vigore e tutte continuano a foraggiare guerre inesistenti ed emergenze superate da tempo. E' ora di dire basta!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!