Mobilitazione contro l'atto razzista e omofobo di Mazzoleni

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Il 2 settembre scorso è stato approvato a Pontida (BG) il nuovo regolamento comunale, redatto dall'Assessore all'Ambiente, Ecologia e Territorio, Emil Mazzoleni, che all'articolo 4 ha inserito una clausola decisamente controversa.

Infatti, in riferimento al recente investimento per la nuova segnaletica orizzontale e verticale (pari a €10.000) con la creazione in particolare di parcheggi rosa per le donne incinte, questa clausola ordina che il permesso per tali posteggi venga rilasciato "esclusivamente alle donne appartenenti a un nucleo familiare naturale e alle cittadine italiane o di un paese membro dell'Unione Europea". In caso di trasgressione, si dovrà pagare un'ammenda dai €25 ai €500.

Intervistato all'Huffington Post, Mazzoleni ha difeso la propria scelta con varie esternazioni che lasciano pochi dubbi sui suoi intenti: "difendere la famiglia naturale è il nostro obiettivo prioritario, insieme a quello di incentivare le nascite. Così contrastiamo l'immigrazione. [...] Non ha senso permettere alle lesbiche di parcheggiare nelle strisce rosa perché loro, normalmente, non dovrebbero avere bambini. [...] L'importante è che la donna non sia iscritta nel registro delle unioni civili in qualità di coppia lesbica."

Questa azione non ha bisogno di molte interpretazioni: oltre a essere di cattivo gusto, è apertamente discriminatoria. Infatti non ha l'obiettivo di fare un'operazione di distinzione data dal criterio della ragionevolezza, ma svantaggia volutamente certe donne incinte in nome della loro provenienza e orientamento sessuale, violando l'art.3 della Costituzione che riconosce l'uguaglianza formale di tutti i cittadini italiani di fronte alla legge.

Con questa petizione chiedo alle autorità competenti di mobilitarsi, ossia l'Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori (OSCAD), l'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) e il Ministero degli Interni, affinché si possa contrastare quest'atto discriminatorio e illegale.



Oggi: Filippo conta su di te

Filippo Villani ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Marco Minniti: Mobilitazione contro l'atto razzista e omofobo di Mazzoleni". Unisciti con Filippo ed 85 sostenitori più oggi.