PETIZIONE CHIUSA
Diretta a Parlamento Europeo 2014 Jaume DUCH GUILLOT ed ad 1 altro/a

Mantenete gli impegni contro la corruzione in Europa e nelle amministrazioni

149.308
sostenitori

Alle elezioni europee e amministrative abbiamo eletto uomini e donne che ora sono la nostra voce in tutta Europa, in 2 Regioni e in più di 4.000 Comuni. Le elezioni sono anche una grande occasione in cui corruzione, interessi delle mafie e malaffare si diffondono nelle istituzioni.

 

Abbiamo cominciato a cambiare le cose chiedendo candidature trasparenti: i politici si sono fatti conoscere dagli elettori rendendo pubblici la loro storia, il reddito, la situazione giudiziaria, eventuali conflitti di interesse.

 

E questo è solo l’inizio. Ora il futuro deve ripartire in Italia e in Europa: chiediamo ai braccialetti bianchi di mantenere gli impegni presi nella lotta a corruzione e crimine organizzato. E a tutti i politici di continuare ad aderire per perseguire tutte le azioni concrete necessarie per cambiare finalmente le cose.

 

Agli eletti, ai braccialetti bianchi della prima ora ma anche a coloro che vorranno sottoscrivere gli impegni di Riparte il Futuro e portare avanti nelle istituzioni la lotta a malaffare e corruzione, chiediamo:

 

1) Un’azione europea. Agli Europarlamentari chiediamo di promuovere una normativa sul “whistleblowing”, ovvero la tutela di coloro che hanno il coraggio di segnalare le eventuali attività illecite che scoprono lavorando e che spesso per questo rischiano licenziamenti e ritorsioni. Ma vogliamo anche che in tutta Europa si confischino i beni dei corrotti e che vengano restituiti alla collettività con il riuso sociale.

2) Un’azione locale. Ai sindaci chiediamo di mettere in cima alla propria agenda la lotta alla corruzione. Che i Comuni non abbiano risorse non può essere una scusa: è possibile combattere la corruzione anche a costo zero. Chiediamo ai sindaci di condividere con i cittadini le informazioni su chi li rappresenta e su come i Comuni spendono i soldi pubblici. Tanti occhi aperti rendono più difficile il malaffare.

3) Vogliamo ricordare. Non c’è futuro senza memoria: chiediamo all’Europarlamento che il 21 marzo diventi la Giornata europea della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

 

Rivolgiamo quindi il nostro appello a tutti i nostri rappresentanti in Europa e nelle nostre città ad andare sul sito di Riparte il futuro e aderire alle richieste della campagna che da oltre un anno combatte la corruzione per far ripartire il futuro dell’Italia.

 

Grazie.

Questa petizione è stata notificata a:
  • Parlamento Europeo 2014
    Jaume DUCH GUILLOT
  • Parlamento Europeo 2014
    Marjory VAN DEN BROEKE


    Riparte il futuro ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 149.308 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




    Oggi: Riparte il futuro conta su di te

    Riparte il futuro ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Mantenete gli impegni contro la corruzione in Europa e nelle amministrazioni". Unisciti con Riparte il futuro ed 149.307 sostenitori più oggi.