Confirmed victory

AMT ha già disdettato l'accordo che permette di viaggiare con un unico titolo di viaggio sulla rete di trasporto pubblico all'interno del Comune. Se le due aziende, entrambe a capitale totalmente pubblico, non rinnoveranno l'accordo dal 1 gennaio 2013 (poi prorogato a fine gennaio, poi ancora a dopo le elezioni e quindi nuovamente disdettato) avranno automaticamente maggiori introiti non essendo nessun obbligo previsto nei contratti di servizio.
Un utente che giornalmente si trova a fare un tragitto servito in percorso od orari da soggetti affidatari diversi dovrà pagare il doppio rispetto a chi ha la fortuna di sfruttare zone / orari affidati ad un unico gestore.
Non possiamo dimenticare che in alcuni orari il servizio denominato metropolitano, anche se della metropolitana non ha nè frequenza nè velocità, delle ferrovie non viene più fornito.
Diseconomie di AMT e mancata lotta all'evasione sulla tratta metropolitana ferroviaria vanno nuovamente a colpire l'utenza.
Non si può dimenticare che il trasporto privato ha costi sul pubblico anche se non compaiono direttamente in bilancio.
Gli enti affidatari non possono lasciare agli organi di S.p.A. la scelta sorprendendosi se questa sarà solo economica a breve periodo.

Letter to
Assesorato ai Trasporti Regione Liguria
Assesorato ai Trasporti Comune di Genova
Matenere le tariffe integrate AMT - Trenitalia