Vittoria

Risoluzione e ripristino del servizio idrico Luzzi (CS)

Questa petizione ha creato un cambiamento con 75 sostenitori!


Prefettura di Cosenza

protocollo.prefcs@pec.interno.it

prefettura.cosenza@interno.it

Carabinieri Stazione di Luzzi

                                                                                           tcs26615@pec.carabinieri.it

                                                                                              stcs426260@carabinieri.it

Regione Calabria

Dipartimento Ambiente e Territorio

Arch. Orsola Reillo

o.reillo@regione.calabria.it

dipartimento.ambienteterritorio@pec.regione.calabria.it

Regione Calabria

Dipartimento Tutela della Salute, Politiche Sanitarie

riccardo.fatarella@regione.calabria.it

dgtutelesalute@regione.calabria.it

dipartimento.tuteladellasalute@pec.regione.calabria.it

SORICAL Società risorse Idriche Calabresi

segreteria@soricalspa.it

generale.soricalspa.it@pec.it

Acque Potabili S.P.A.

Via Giuseppe Verdi, 140

alessandro.tenuta@acquepotabilisii.it

Comune di Luzzi

Al Sindaco Geom. Umberto Federico

 

RACCOLTA FIRME PER DIFFIDA AL RIPRISTINO DELLE ACQUE POTABILI.

La presente petizione viene proposta al fine di DENUNCIARE la persistente emergenza idrica che la comunità luzzese, ormai da 1 anno, sta attraversando a causa della immotivata e improvvisa riduzione dell’acqua potabile in diverse abitazioni del territorio.

La difficile situazione sta creando disagi alla popolazione ed il reale pericolo per l’igiene e la salute pubblica, esponendo i cittadini colpiti da siffatta limitazione al rischio di malattie nonché all’impossibilità di fare fronte ai bisogni primari.

Inoltre, tali disservizi risultano aggravati dalla stagione estiva, che incide ancor più in un territorio a prevalente area agricola.

La questione ormai reiterata da tempo, solo a seguito di molteplici solleciti da parte dei cittadini danneggiati è stata oggetto di incontro tra le massime cariche istituzionali e forze pubbliche.

Dall’incontro, quindi, è emerso che la Sorical assicura che metterà in campo ogni soluzione possibile a rendere meno pesante la situazione, anche attraverso nuovi investimenti per rimettere in esercizio vecchi impianti di accumulo dismessi da anni. La stessa, aggiunge che negli ultimi giorni, a causa della continua riduzione di portata del Fiume Trionto, i Comuni di Acri, Santa Sofia d’Epiro, San Demetrio Corone, Vaccarizzo Albanese, San Cosmo Albanese, San Giorgio Albanese, Bisignano, Rose e Luzzi, avranno una riduzione di fornitura di acqua potabile proveniente dell’impianto di potabilizzazione Trionto. In poche settimane l’erogazione è passata da 90 litri al secondo a 37 l/s, ciò comporta che i Comuni di Bisignano, Rose e LUZZI continuano ad essere alimentati solo dai pozzi Mucone, mentre gli altri Comuni, non avendo alternative, risentiranno maggiormente della carenza idrica.

Ma va considerato che “mentre gli acquedotti regionali, in quasi tutti i casi, sono comunque sempre in grado di erogare una portata adeguata al soddisfacimento della popolazione, certamente – ribadiscono da Sorical - non si potrà contare sul reperimento di risorse addizionali per mantenere la preesistente situazione di sovra-fornitura e un accettabile livello di servizio”.

Dunque, tutti i Sindaci sono stati invitati ad una corretta conduzione delle reti di distribuzione idrica interna contrastando i prelievi e gli utilizzi impropri e riparando prontamente ogni perdita.

Tuttavia, nonostante le possibili idee di risoluzione del problema ad oggi, che ripetiamo va avanti da oltre 1 anno compreso i mesi invernali, fatta eccezione per l’autobotte dl comune, che è stata messa a disposizione, ma che non soddisfa il fabbisogno di tutte le zone interessate dall’emergenza, NESSUN ALTRO intervento di ripristino o risolutorio è stato intrapreso dagli organi competenti, vogliamo ricordare che secondo l’art. 10 lettera L della convenzione dalla Gestione Idrica a Luzzi, impegna Acque Potabili, testualmente, “Ad intervenire tempestivamente in caso di emergenza idrica anche attraverso l’uso di autobotti”, cosa mai evvenuta.

Tutt’altro.

L’ente comunale, anzichè diffidare Sorical per l’illegittima riduzione e sospensione che DA ANNI viene letteralmente imposta ai Comuni ed Acque Potabili che nel corso dei sui 25 anni aveva L’OBBLIGO di potenziare la rete idrica con nuovi pozzi e prodigarsi con propri mezzi ad arginare l’emergenza, come previsto dalla convenzione (Acque Potabile/Comune di Luzzi) secondo l’art. 1 – 5 – 6 – 7 – 10 lettera F, ha emanato l’ordinanza n. 66/2017, con la quale, ha invece limitato l’uso dell’acqua potabile ai cittadini a decorrere dall’27/06/2017 e fino al 30/09/2017, pena la comminatoria di sanzioni agli stessi cittadini che subiscono tale disservizio a causa di una gestione inopportuna e sommaria del servizio idrico integrato.

Tutto ciò premesso, si invita e diffida la forza pubblica, gli organi competenti, nonché Sorical, Acque Potabili e Comune di Luzzi all’immediata risoluzione e ripristino del servizio idrico e alla rimozione di ogni pregiudizio e/o danno arrecato ai cittadini.

In mancanza, ci si vedrà costretti ad adire le Competenti autorità.



Oggi: Movimento 5 Stelle Luzzi (CS) conta su di te

Movimento 5 Stelle Luzzi (CS) ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "M5S Luzzi: Risoluzione e ripristino del servizio idrico Luzzi (CS)". Unisciti con Movimento 5 Stelle Luzzi (CS) ed 74 sostenitori più oggi.