Fermiamo la distruzione della pavimentazione storica di Venezia

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


La posa della fibra ottica a Venezia ha comportato e sta comportando un evidente, diffuso, grave danno alla pavimentazione storica che è considerata "parte integrante dell'architettura della città in quanto elemento di pregio e connotazione del centro storico veneziano" (protocollo tra Comune di Venezia e Soprintendenza BAPPSAE, 2007*).
I masegni vengono rimossi con metodologie inadeguate, molto spesso scheggiati e in molti casi sostituiti con altri di materiale diverso e inadatto, così come inadeguate sono quasi tutte le coperture delle molte centinaia di nuovi pozzetti realizzati.
Tutto ciò è in evidente contrasto con le prescrizioni del protocollo citato:
"Si procederà alla numerazione degli elementi con relative fotografie dell'area in settori referenziati di circa 3 mq di superficie";
"La rimozione della pavimentazione sarà effettuata da personale esperto con l'ausilio di utensili atti a minimizzare le probabilità di danneggiamento degli elementi";
"l'accatastamento dovrà avvenire all'interno di aree recintate collocando i macigni rimossi, opportunamente imballati";
"La battitura dei masegni posati sarà effettuata con il "palo in legno", evitando l'impiego di attrezzi in ferro";
"tutti gli elementi dovranno essere ricollocati in opera nella stessa posizione occupata precedentemente alla fase di smontaggio. Gli elementi rotti o in condizioni di degrado tali da renderne impossibile un riutilizzo, saranno sostituiti con masegni della stessa dimensione";
"la tonalità cromatica e la lavorazione superficiale degli elementi integrativi dovranno essere scelte in analogia con la finitura degli elementi esistenti; saranno comunque confermate in cantiere assieme ai tecnici della Soprintendenza BAP PSAE".
CHIEDIAMO QUINDI
- l'immediata cessazione dei lavori non effettuati secondo il rispetto delle regole;
- il ripristino della pavimentazione tramite l'utilizzo di tutti i masegni rimossi e la riparazione di quelli danneggiati:
- solo dove non fosse possibile utilizzare i materiali orginali, la sostituzione dei materiali non rispondenti al citato protocollo con materiali adeguati.



Oggi: Marco conta su di te

Marco Rosa Salva ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Luigi Brugnaro: Fermiamo la distruzione della pavimentazione storica di Venezia". Unisciti con Marco ed 2.859 sostenitori più oggi.