BASTA INGIUSTIZIE SUI PRECARI DELLA SCUOLA!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


BASTA GIOCARE SULLA PELLE DEI PRECARI DELLA SCUOLA! Lo scenario attuale è caratterizzato dal perpetuarsi di atti incostituzionali da parte del Ministero dell'istruzione e della ministra Lucia Azzolina, nei confronti dei docenti precari, con servizio pluriennale, i quali stanno rispondendo alle convocazioni, fatte in fretta e furia da graduatorie GPS errate!!! Tutto questo, porterà ad un caos totale di dimensioni inimmaginabili, perché i punteggi non possono essere corretti nei tempi dovuti...Le convocazioni stanno avvenendo da GPS totalmente errate...Creando stress e grande confusione tra i docenti PRECARI totalmente ignorati dal MINISTERO.  Anche quest'anno scolastico i precari dovranno garantire l'inizio delle lezioni in una situazione di totale caos e incertezza. Oltretutto, vedendosi scavalcati dalle nuove immissioni in graduatoria GPS dei neolaureati e laureandi, ai quali è stato conferito un eccesso di punteggio. La macchina infernale per dimostrare  una fasulla efficienza che si ripercuote  sulla pelle  dei docenti precari della scuola, non si ferma nemmeno dinnanzi ai propri PROPRI ERRORI!

Ora si avvicinano anche  i concorsi banditi...Primo fra tutti il concorso STRAORDINARIO PER I PRECARI CON ALMENO TRE ANNUALITÀ DI SERVIZIO. Questo concorso non può definirsi straordinario, essendo a tutti gli effetti SELETTIVO! Previsto per il prossimo ottobre in piena pandemia. I precari dovranno garantire la continuità didattica e allo stesso tempo preparasi ad un concorso selettivo che mette a repentaglio la loro salute e quella di tutti! Sappiamo bene che l'Italia è stata più volte richiamata per il protrarsi  di contratti a termine da parte della Comunità Europea...Nulla è cambiato, si continua a spremere gli stessi precari con oltre tre annualità di precariato, che si rinnova ogni anno.

I PRECARI CHIEDONO CHE LE GRADUATORIE VENGANO BLOCCATE E CORRETTE PRIMA DELLE CONVOCAZIONI.

ANCHE PER ASSICURARE UN AUSPICABILE CONTINUITÀ DIDATTICA.

I PRECARI CHIEDONO DI ESSERE RICONOSCIUTI NEL PROPRIO OPERATO PLURIENNALE, COME ABILITATI.

E DI ESSERE IMMESSI IN RUOLO SU POSTI VACANTI E DISPONIBILI, TRAMITE PROCEDURA SENSATA,  CON PERCORSO DI FORMAZIONE E ANNO DI PROVA. SE COSTRETTI A CONCORSO CHE QUESTO NON SIA ESPLETATO IN PIENA PANDEMIA COVID 19. NELLA TUTELA DELLA SALUTE COLLETTIVA E DELLA NECESSARIA SERENITÀ, INDISPENSABILE PER ESPLETARE PROCEDURE CONCORSUALI DALLE QUALI DIPENDE LA STABILIZZAZIONE DEI DOCENTI PRECARI DOPO ANNI DI SERVIZIO NELLA SCUOLA.

SENZA I PRECARI LA SCUOLA NON POTREBBE RIPARTIRE! VOGLIAMO CHE LA NOSTRA CATEGORIA VENGA CONSIDERATA E SOPRATTUTTO RISPETTATA!