Vittoria confermata

Libero accesso dei disabili nelle ztl di Palermo

Questa petizione ha creato un cambiamento con 512 sostenitori!


Da alcune indiscrezioni degli uffici pare che sia intendimento dell’Amministrazione Comunale di Palermo che anche le persone con disabilità, in possesso del contrassegno H rilasciato dallo stesso Comune, debbano pagare il costo del pass di 100,00 euro annui previsto per le ZTL di prossima costituzione.

Tutto ciò è illegittimo ci sono, infatti, diverse sentenze di Giudici di Pace che hanno dato ragione ai ricorrenti e anche una sentenza della Corte di Cassazione, la n. 719 del 2008, che stabilisce in modo definitivo “che i disabili possano accedere alle Ztl senza dover informare nessuno, perché basta esporre in auto l’apposito contrassegno per guidatori o passeggeri disabili, l’eventualità di comunicare il passaggio nelle Ztl è eventualmente da adottare per i cittadini disabili non residenti e non certo per coloro i quali sono già conosciuti dall’Amministrazione”.

Oltre tutto una eventuale ordinanza in tal senso sarebbe  in contrasto con  l’art 11 del DPR 503 del 1996 il cui testo di legge recita: “La persona invalida può servirsi del contrassegno per circolare con qualsiasi veicolo in zone a traffico limitato, con il solo onere di esporre il contrassegno, che denota la destinazione attuale dello stesso al suo servizio, senza necessità che il contrassegno contenga un qualche riferimento alla targa del veicolo sulla quale in concreto si trova a viaggiare”.

Noi riteniamo le ZTL delle vere e proprie barriere alla mobilità delle persone disabili che si aggiungono alle barriere architettoniche vere e proprie. La città di Palermo non ha ancora elaborato il PE.BA, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, e i suoi mezzi pubblici, gli autobus, sono tutti non accessibili ai disabili motori e i taxi non sono attrezzati per il loro trasporto, oltre ad essere eccessivamente onerosi.

Per questi motivi lanciamo la petizione affinché l’Amministrazione Comunale di Palermo in sede di regolamento sulle ZTL applichi “coscienziosamente” le norme nazionali evitando così “inevitabili” ricorsi che oltre a danneggiare gli utenti disabili avrebbero come effetto un “accanimento” nei confronti di una categoria debole.



Oggi: Maurizio conta su di te

Maurizio Li Muli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Libero accesso dei disabili nelle ztl di Palermo". Unisciti con Maurizio ed 511 sostenitori più oggi.