Emmaus Palermo: economia circolare in spazio pubblico!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Emmaus Palermo deve lasciare il Padiglione 3 della Fiera del Mediterraneo e trasferirsi altrove. E' questo il responso a causa di urgenti lavori da fare nel padiglione, ma ciò mette a rischio la tipica attività di raccolta e rivendita di merce usata che ha avuto grande successo in città negli ultimi 5 anni.

Dal 2015 ad oggi Emmaus Palermo ha recuperato, a domicilio su richiesta di circa 1.500 famiglie palermitane, circa 90 tonnellate di ingombranti, 40 tonnellate di oggetti vari, 40 tonnellate di vestiti e circa 12 tonnellate di materiali differenziati e riciclati tra cui la carta. Trasformando in questo modo possibili rifiuti in merce di valore utile a finanziare solidarietà.

In questi anni Emmaus ha inoltre accolto 25 persone, tra italiani e stranieri, all'interno della propria comunità ospitata in una villa confiscata alla mafia a Ciaculli.

Grazie al lavoro ed alla condivisione le stesse persone accolte in comunità hanno riacquistato autonomia e protagonismo lavorando per auto-sostentarsi.

Crediamo che il modello Emmaus di economia circolare a sostegno dell'accoglienza e della solidarietà meriti uno spazio pubblico per continuare a svolgere un servizio ambientale ed ecologico nella nostra città.

Chiediamo una vostra firma non solo come sostenitori e simpatizzanti, ma anche come clienti, donatori e fruitori del mercato solidale in modo tale da "misurare" il peso dell'economia civile creata sino ad oggi a Palermo in termini di partecipazione e condivisione.