TUTELIAMO ANIMALI E ADOTTANTI!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


MI PIACEREBBE CHE CHI MALTRATTA, ABBANDONA O UCCIDE VOLONTARIAMENTE UN ANIMALE FOSSE OBBLIGATO A DONARE IL 5x1000 A VITA PER STRUTTURE CHE TUTELANO GLI ANIMALI OPPURE OBBLIGARLO A SVOLGERE UN LAVORO SOCIALMENTE UTILE PRESSO LE STESSE PER ALMENO 200 ORE ALL’ANNO!

LIMITARE LA “SOSTA” IN CANILE/GATTILE A QUALUNQUE RAZZA /TAGLIA A MASSIMO 12 MESI; CONTROLLI SEMESTRALI ALLE STRUTTURE.

 

SERVIREBBE UNA LISTA NERA “UFFICIALE” E ONLINE DI TUTTI GLI INDIVIDUI SEGNALATI E/O DENUNCIATI CHE ABBIANO MALTRATTATO, UCCISO E ABBANDONATO UN ANIMALE;

INSEGNARE IL RISPETTO PER GLI ANIMALI NELLE SCUOLE DELL'OBBLIGO;

VORREI TANTO CHE SI PREVEDA L’OBBLIGO DI TRASPARENZA SULLA SALUTE DEI NOSTRI AMICI ANIMALI DA ADOTTARE DICHIARATA NEI LIBRETTI SANITARI E DICUMENTI VARI;

SAREBBE NECESSARIO REGOLAMENTARE LE SPESE MEDICHE SUPERIORI A 100€ CON L’ISTITUZIONE DI UN FONDO FINANZIARIO PER PERMETTERE A TUTTI DI POTER CURARE I PROPRI ANIMALI AL DI LÀ DELLE PROPRIE POSSIBILITÀ ECONOMICHE;

PER INCENTIVARE LE ADOZIONI SERVIREBBERO ANCHE MAGGIORI SGRAVI FISCALI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI E NELL’UNICO PER I LIBERI PROFESSIONISTI;

SAREBBE UTILE PER TUTTI ANCHE L’UNIFICAZIONE A LIVELLO NAZIONALE DELL'ANAGRAFE FELINA E CANINA PER LA LETTURA DEI MICROCHIP IN CASO DI SMARRIMENTO E/O FURTO DEGLI ANIMALI.

REVISIONE DELLA LEGGE DI “RIEMISSIONE NEL TERRITORIO”

Sempre più spesso ci imbattiamo in adozioni di animali spacciati come sani o in buona salute, per poi scoprire al primo controllo dal proprio veterinario di fiducia palesi patologie gravi casualmente mai individuate da veterinari collaboranti / volontari di alcune associazioni. Un'adozione del cuore è il più grande atto d'amore possibile e la consapevolezza delle varie patologie non impedisce l'adozione degli animali, anzi, conoscere per tempo il REALE stato di salute salverebbe o prolungherebbe loro la vita con terapie preventive, oltre ad evitare possibili contagi con gli animali domestici giá presenti nelle nostre case. Anche a tal proposito denunciamo i costi elevati da sostenere per le cure dei nostri amici animali: farmaci per patologie croniche e non, interventi chirurgici, terapie oncologiche e non solo, etc. non riconosciuti dal sistema sanitario nazionale riservato solo agli "umani", un peso per anziani, lavoratori precari, famiglie monoreddito....non ci si può indebitare per salvare i nostri compagni di vita a quattro zampe! e, quindi, possibile causa di abbandoni e/o soppressioni. Fermiamo questo circolo vizioso!