PETIZIONE CHIUSA

Appello alle Istituzioni competenti, non delegittimate il pm Di Matteo

Questa petizione aveva 97.679 sostenitori


Un appello per chiedere ai cittadini di manifestare la propria solidarietà e sostegno nei confronti del magistrato Antonino Di Matteo, sostituto procuratore nazionale antimafia, firmando questa petizione su un caso che ANTIMAFIADuemila ha rilanciato minuziosamente con vari articoli.
Di Matteo, definito in questo giornale da Saverio Lodato come il nuovo Giovanni Falcone, è un magistrato che in trent'anni di carriera ha istruito processi contro Cosa nostra e sulle stragi, ottenendo la condanna dei capimafia. E più di recente è stato membro del pool che ha ottenuto in primo grado la sentenza di condanna della maggioranza degli imputati al processo cosiddetto “Trattativa Stato-Mafia”. Inoltre ha sempre continuato ad indagare sui mandanti esterni delle stragi.

Alle Istituzioni competenti chiediamo di non delegittimare ed isolare il lavoro di questo magistrato. 
Di seguito vi proponiamo i link in cui è possibile comprendere nel merito i fatti accaduti.

Giorgio Bongiovanni e la redazione di ANTIMAFIADuemila

APPROFONDIMENTI
Dna: il pm Di Matteo espulso dal pool ''stragi e mandanti esterni''



Oggi: ANTIMAFIA conta su di te

ANTIMAFIA Duemila ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Le istituzioni competenti: Appello alle Istituzioni competenti, non delegittimate il pm Di Matteo". Unisciti con ANTIMAFIA ed 97.678 sostenitori più oggi.