PETIZIONE CHIUSA
Diretta a Candidati Sindaci delle città italiane in cui si vota a giugno 2016

LA #RIVOLUZIONEDELLARIA. SOSTIENI I 10 IMPEGNI PER DARE ARIA PULITA ALLE NOSTRE CITTA'!

In Italia muoiono prematuramente oltre 35.000 persone all’anno a causa dell’inquinamento atmosferico; 10 volte il numero delle morti causate dagli incidenti stradali. Il solo Pm 2,5 accorcia la vita delle persone che vivono nelle nostre città mediamente di oltre 13 mesi. L’inquinamento dell’aria è iniquo, danneggia di più chi è più fragile, suscettibile e meno può difendersi: bambini, anziani e categorie svantaggiate. Rappresenta un costo enorme per la società e per chi ne è direttamente colpito. In Italia il costo collegato al danno sanitario è di oltre 80 miliardi ogni anno, pari a quasi 5 punti di PIL.
Le prossime elezioni amministrative rappresentano un’occasione unica di svolta delle politiche urbane. È importante che i cittadini siano coinvolti, anche attraverso il voto: Cittadini per l’Aria Onlus vi invita ad unirvi alla Rivoluzione dell’Aria per migliorare la qualità della vita e preservare la salute e il nostro pianeta.
Questo decalogo di impegni è stato elaborato per essere sostenuto dai cittadini italiani e fatto proprio come impegno vincolante dai candidati sindaci. Gli obiettivi che presentiamo sono indicativi, e dovranno essere adattati alle circostanze particolari di ciascuna città, ma danno un’idea della dimensione degli interventi richiesti. Azioni coraggiose e necessarie, che ci avvicinino alle altre città europee.

Se dieci, venti grandi città in Italia aderiranno a questo decalogo, migliaia di morti premature saranno evitate ogni anno e migliorerà la vivibilità delle nostre città. In qualche caso si tratta di misure che poco hanno di innovativo. La rivoluzione è metterle in pratica, subito.

10 IMPEGNI PER IL NOSTRO DOMANI

1.  Respirare aria pulita è un diritto fondamentale. Le amministrazioni comunali e metropolitane si impegnano a fare della tutela e del miglioramento della qualità dell’aria una priorità della loro azione politica.

2. Più risorse al trasporto pubblico. Le amministrazioni si impegnano a incrementare di almeno il 20% i fondi destinati al servizio e di almeno il 30% la lunghezza dei percorsi in sede protetta. Non verrà autorizzata la realizzazione di nuovi insediamenti che siano privi del necessario trasporto pubblico.

3. La mobilità ciclistica raddoppia. Le amministrazioni si impegnano ad attuare politiche che favoriscano l’uso della bicicletta:  percorsi preferenziali diffusi, estesi e interconnessi; bike sharing, intermodalità. Una strategia efficace e a basso costo per migliorare l’aria nelle aree urbane garantendo la sostenibilità della circolazione.

4. Il traffico privato e commerciale nelle aree urbane si riduce del 30%. L’esposizione ravvicinata ai fumi del traffico è particolarmente dannosa per la salute.  Le amministrazioni si impegnano a creare o ad estendere zone a traffico limitato e tariffazione (congestion charge) per limitare il traffico veicolare privato e di merci nelle aree più urbanizzate.

5. Scuole e attività pubbliche sono protette dal traffico. Le amministrazioni attueranno politiche per sostenere la pedonalità e proteggere la popolazione dall’inquinamento di prossimità derivante dal traffico.

6. Gli edifici diventano energeticamente più efficienti, il riscaldamento a legna e pellet è ridotto al minimo. Le amministrazioni si impegnano a favorire l’adozione di installazioni a energia rinnovabile e l’efficientamento energetico degli immobili, incentivando la conversione degli impianti esistenti, in particolare di quelli a biomasse (legna e pellet), nonché a effettuare sistematicamente i controlli previsti dalle attuali normative sugli impianti di riscaldamento privati e intervenendo direttamente sul patrimonio edilizio pubblico.

7. I rifiuti urbani sono recuperati e riciclati, limitando l’incenerimento e il trasferimento in discarica. L'amministrazione favorirà la gestione responsabile dei rifiuti urbani e ridurrà (e ove possibile eliminerà) gli impianti di incenerimento e le discariche, in particolare nelle prossimità delle aree urbane e di aree abitate.

8. ll verde urbano diventa un protagonista delle città.  Le amministrazioni si impegnano a tutelare il verde esistente e a ridurre al minimo il consumo di suolo per insediamenti residenziali e produttivi, dedicando a parchi ed aree verdi la superficie di aree dismesse, con l'obiettivo di incrementare il verde urbano del 30% entro fine mandato.

9. Le entrate da congestion charges e contravvenzioni sono destinate al trasporto pubblico, alla ciclabilità, alla tutela del verde e al miglioramento del contesto ambientale. Attraverso un fondo apposito, le amministrazioni potranno inoltre incentivare la riconversione del parco trasporto merci in veicoli a bassissime o zero emissioni.

10. Si conosce per proteggersi e deliberare. Le amministrazioni si impegnano a trasmettere ai cittadini informazioni tempestive e accurate sulla qualità dell’aria attuale e prevista, allertandoli sui rischi per la salute in caso di superamento dei limiti consentiti. I cittadini potranno inoltre partecipare attivamente al monitoraggio dello stato dell’aria e dell’ambiente cittadino (citizen science).  Le amministrazioni si impegnano infine a creare un organo di monitoraggio degli impegni presi.

Il manifesto nella sua versione integrale è disponibile a questo link: http://www.cittadiniperlaria.org/la-rivoluzionedellaria-sostieni-i-10-impegni-dare-aria-pulita-alle-nostre-citta

Il Premio Nobel per la Letteratura Dario Fo sostiene la Rivoluzione dell'Aria con quest'opera che rappresenta bambini che volano in cerca di aria pulita

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE E AIUTACI A DIFFONDERLA!

Sostengono questo decalogo:

Arisa, Cantante
Caterina Balivo, conduttrice televisiva
Guido Maria Brera, Finanziere e scrittore
Carlo Conti, Autore e conduttore televisivo
Geppi Cucciari, attrice e conduttrice televisiva
Enrico Dindo, violoncellista e direttore d'orchestra
Dario Fo, Premio Nobel per la Letteratura
Kristian Ghedina, Campione sci alpino
Filippa Lagerback, Conduttrice televisiva
Mara Maionchi, produttrice discografica
Alessandra Sensini, velista e olimpionica di windsurf
Filippo Timi, Attore, scrittore e regista

- Mauro Alivia, Cardiologo, Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona ONLUS
- Laura Brusadin, Pediatra di famiglia
- Ennio Cadum, Epidemiologo, ISDE (Asociazione Medici per l'Ambiente) Piemonte e Dirigente in ARPA Piemonte
- Mario Canciani, Pediatra, Head, Allergology and Pulmonology Unit Paediatric Clinic Policlinico University Hospital UDINE
- Sandra Citterio, Professore Associato, Dipartimento di scienze dell'ambiente e del territorio e di scienze della terra - Università Milano BICOCCA
- Dario Consonni, Epidemiologo, Dipartimento di Medicina Preventiva - Padiglione Devoto Fondazione IRCCS Ca' Granda - Ospedale Maggiore Policlinico MILANO
- Gianluigi De Gennaro, Ricercatore, ARPA Puglia - Direzione Generale Centro Regionale Aria - UOS Particolato Atmosferico e Olfattometria
- Anna Maria Falasconi, Pediatra, Pediatri per Un Mondo Possibile- PUMP
Francesco Forastiere, Epidemiologo, Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio (DEP)
- Silvio Garattini, Ricercatore scientifico in farmacologia, Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri
- Pio Russo Krauss, Medico, Responsabile Educazione Sanitaria ASL Napoli 1 Centro
- Lucia Magagnato, Pediatra di famiglia
- Pier Mannuccio Mannucci, Direttore Scientifico, Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore di Milano
- Federico Marolla, Pediatra, Pediatri per un mondo possibile ACP
- Filippo Marolla, PHD, Department of Arctic and Marine Biology, UiT The Arctic University of Norway, Tromsø, Norway
- Luisa Marolla, Pediatra di famiglia
- Giuseppe Masera, Oncologo pediatrico, Ospedale San Gerardo Monza
- Angela Pasinato, Pediatra di famiglia
- Maria Grazia Perrone, PHD in Scienze Ambientali, Dipartimento di scienze dell'ambiente e del territorio e di scienze della terra - Università Milano BICOCCA
- Innocenza Rafele, Pediatra di famiglia
- Laura Reali, Pediatra di famiglia
- Paolo Regini, Pediatra di famiglia
- Paolo Schievano, Pediatra di famiglia
- Gianni Toffol, Pediatra di famiglia - Associazione Culturale Pediatri

 

Questa petizione è stata notificata a:
  • Candidati Sindaci delle città italiane in cui si vota a giugno 2016


    Cittadini per l'Aria Onlus ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 434 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




    Oggi: Michele conta su di te

    Michele Sacerdoti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "LA #RIVOLUZIONEDELLARIA. SOSTIENI I 10 IMPEGNI PER DARE ARIA PULITA ALLE NOSTRE CITTA'!". Unisciti con Michele ed 433 sostenitori più oggi.