Bitonto, Capitale Meridionale della Cultura 2020, più pulita e libera dagli sporcaccioni.

Bitonto, Capitale Meridionale della Cultura 2020, più pulita e libera dagli sporcaccioni.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
La Comunità Bitontina ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Michele Abbaticchio (Sindaco del Comune di Bitonto) e a

I residenti del Centro Storico (e non solo) dicono basta! 

E' stato fatto molto per rivalutare alcune zone del Centro Storico e di questo ne diamo atto e ringraziamo tutti quelli che hanno permesso questo cambiamento, ma adesso è giunto il momento di provare a risolvere quei problemi che vengono denunciati da troppo tempo

La scarsa pulizia delle strade, delle caditoie, reti di scolo e tombini, contenitori stradali fatiscenti e maleodoranti favoriscono il proliferare di topi e blatte che molto spesso arrivano a infestare anche le private abitazioni. Chi pensa che si tratti delle solite esagerazioni, può tranquillamente rivolgersi agli abitanti del centro antico, gli avvistamenti sono frequenti e all'ordine del giorno. È vero che il fenomeno pare sia diffuso in tutte le zone della città, nessuna esclusa, ma i disagi si sono registrati soprattutto nella parte vecchia della città, dove si concentrano i flussi, specie di sera.

L’attuale servizio di igiene urbana non comprende il lavaggio delle strade del Centro Storico se non attraverso interventi straordinari. Ad oggi, in attesa che si avvii un nuovo servizio di igiene urbana, si rende necessario un piano straordinario di sanificazione e lavaggio di TUTTE le arterie del Centro Storico affinché si possano scongiurare ulteriori eventi spiacevoli e consegnare ai residenti e a chiunque decida di ammirare il nostro bellissimo Paese una migliore vivibilità degli spazi pubblici.

L’inciviltà di molti residenti e di quanti frequentano e usufruiscono giornalmente dei servizi offerti dal nostro borgo antico purtroppo non aiuta a limitare questi problemi. Tanti residenti, forse perché "auto esentati" dal pagare le tasse, si permettono o si sentono liberi di adottare comportamenti del tutto deplorevoli, sporcando, distruggendo e rovinando ciò che è di tutti. Ogni mattina, nelle vicinanze di molti immobili, molti cittadini abbandonano buste di rifiuti di ogni genere non rispettano sia il calendario della raccolta sia l’obbligo di usare gli appositi mastelli ricevuti in dotazione che ne permetterebbe l’identificazione. Bisognerebbe che chi effettua il servizio o gli stessi cittadini segnalassero agli uffici queste "anomalie" cosi da poter disporre dei controlli mirati e sanzionare eventuali infrazioni.   

Tanti gli immobili abbandonati, diventati ormai ricettacolo di immondizia e topi ed, in taluni casi, latrine vere e proprie dove molto spesso vanno a fare i bisogni alcuni cittadini lontani dalle loro case. Non è facile né rapido fare le dovute verifiche ma si deve cominciare a disporre un accurato controllo affinché si possa obbligare i proprietari a murare o comunque chiudere i portoni di accesso di queste case abbandonate e provvedere se è il caso alla sanificazione ed alla eliminazione di blatte e topi per tutelare i cittadini che hanno le loro case nelle vicinanze. 

È giunta l’ora di prendere seriamente di petto questo problema facendo intervenire tutti gli attori istituzionali deputati a verificare la reale situazione ed eventualmente, se ritenuto necessario, approvare un ulteriore piano di sanificazione ambientale e prevedere anche per il centro storico un calendario per il lavaggio delle strade.

Che sia chiaro, l'impegno non deve essere chiesto solo ed esclusivamente alle Istituzioni.

I primi che devono fare la loro parte, la più importante, siamo sopratutto noi cittadini. 

Basta deiezioni canine e filtri di sigarette ovunque. Basta sacchi della spazzatura abbandonati. Basta cartacce. Basta infilare a forza la pattumiera di casa nei cestini pubblici. Più rispetto per i giardini frequentati dai bambini. Più rispetto per i nostri beni culturali. Più pulizia davanti i propri locali commerciali. 

Bisogna comprendere che non è solo un danno all'immagine e alla qualità della vita ma è un danno alle tasche degli altri cittadini, perché, finché ci saranno “persone” simili in giro, sarà impossibile migliorare le prestazioni di pulizia della città.

Firmando questa petizione oltre a chiedere interventi da parte delle Istituzioni chiedi a te stesso di impegnarti a tenere pulita la tua città, perché è innanzitutto la tua casa.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!