Basta ai privilegi in Alto Adige! L'autonomia linguistica deve tutelare, non discriminare!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


L'essere italiani in Alto Adige crea problemi che sarebbero stati normali o per lo meno accettabili in terra straniera, ma non certo sul territorio Nazionale, pur se in una provincia a statuto autonomo come Bolzano. La cosa più avvilente è che tali problemi, conseguenze delle barricate formali dello statuto speciale, intaccano il seppur ormai prostrato Stato Sociale e lo fanno sugli aspetti più sacri quali la tutela della genitorialità nei confronti dei propri minori nonché l’accessibilità e la sicurezza dell’assistenza sanitaria. Può un genitore ritrovarsi tra le mani una pagella o una cartella sanitaria in tedesco anche se la scuola o l'ospedale sanno bene che il genitore è di madrelingua italiana? Può un lavoratore di madrelingua italiana sottostare all'ostruzionismo dell'amministrazione locale obbligandosi a dichiararsi di madrelingua tedesca, altrimenti non trova lavoro? Può una provincia di poco più di 500.000 abitanti, tenere in scacco un'intera nazione, beneficiando di cospicui finanziamenti al fine di garantire il sostegno al Governo di turno? In Italia non riusciamo ad avere una legge elettorale equa per via dei seggi che occupano gli autonomi, soprattutto in Senato, i quali voti garantiscono la maggioranza necessaria per approvare tutte quelle leggi e riforme per le quali il Governo pone la Fiducia (JobsAct, Buona Scuola, Vaccini), leggi e riforme che in una nazione seria non sarebbero state neppure concepite! ll sistema uninominale, attualmente in uso nell'autonomia di Bolzano, prevede un numero di parlamentari sovrastimati rispetto alla media nazionale; col sistema maggioritario si avrebbe un numero di parlamentari proporzionalmente adeguati alla zona di provenienza. Meno parlamentari, meno marchette elettorali, meno disuguaglianza sociale, meno privilegi economici, più stabiltà, più governance, più cartelle cliniche e pagelle in italiano.



Oggi: Fabrizio conta su di te

Fabrizio POLLINZI ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "L'Informatore: Basta ai privilegi in Alto Adige! L'autonomia linguistica deve tutelare, non discriminare!". Unisciti con Fabrizio ed 111 sostenitori più oggi.