Sanzionare il Presidente della Regione Calabria per violazione norme antiCovid

Sanzionare il Presidente della Regione Calabria per violazione norme antiCovid

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Michele Iapicca ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Jole Santelli e a

Per la prevenzione e la gestione dell’emergenza Covid-19, il presidente della Regione Calabria Jole Santelli ha emanato, in data 25/9/2020, l'ordinanza n. 68, che obbliga tutti i residenti nel territorio regionale all'utilizzo della mascherina o altra idonea protezione a copertura di naso e bocca, oltre che in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico e sui mezzi di trasporto pubblico, anche in tutti i luoghi all’aperto, per tutto l’arco della giornata (https://www.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?19203#:~:text=Per%20la%20prevenzione%20e%20la,con%20l'uso%20del%20dispositivohttps://www.regione.calabria.it/website/portalmedia/2020-09/Ordinanza-P.G.R.-n.-68_2020.pdf

La stessa Jole Santelli ieri ė apparsa in video (https://www.instagram.com/p/CGAQvbIIDJi/?igshid=1e2zbcsay4cmchttps://www.instagram.com/p/CGAQvbIIDJi/?igshid=1e2zbcsay4cmc mentre ballava in un locale chiuso, senza l'uso di mascherina, con elevata concentrazione di persone, tutte prive di mascherina, senza mantenere distanze dal partner di ballo, per festeggiare l'elezione del nuovo Sindaco di San Giovanni in Fiore.

Considerato che la legge ė uguale per tutti, con la firma della petizione, inviti e diffidi Jole Santelli ad autosanzionarsi per l'inosservanza della detta ordinanza, nonché ad intervenire per far sanzionare tutte le persone presenti all'evento, responsabili di non avere mantenuto le distanze prescritte dai regolamenti vigenti, provocando assembramento, nonché per avere omesso di indossare la mascherina in luogo privato accessibile al pubblico, in violazione degli artt. 1 e 2 dell'ordinanza Reg. Cal. n. 68/2020, con conseguente irrogazione della sanzione da €400 ad €1000 ed applicazione dell'art. 8 (Salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all’articolo 650 del codice penale, le violazioni delle disposizioni della presente ordinanza sono punite con la sanzione amministrativa di cui all’articolo 4, comma 1, della legge 22 maggio 2020, n. 35 “conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19. Nei casi in cui la violazione sia commessa nell’esercizio di un’attività di impresa, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni).

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!