IVA al 4% per i servizi di realizzazione e manutenzione del verde sulla prima casa

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Le imprese che si occupano di servizi legati alla creazione e manutenzione del verde che vogliono lavorare nella legalità si trovano a dover combattere la concorrenza sleale di abusivi che, non applicando l'IVA e non pagando le tasse e nonostante l'impreparazione tecnica e la mancanza di garanzie, possono far leva sui clienti privati offrendo prestazioni a prezzi inferiori a quelli di mercato. Vero è che l'IVA al 22% su questo tipo di lavori è smisurata e ingiustificata.

Portare l'IVA al 4% per i lavori di sistemazione a verde permetterebbe alle aziende che vogliono rispettare le regole di poter agire nella legalità, dando origine ad un circolo virtuoso di ricadute positive sul tessuto economico e sociale che contemplerebbe:

- diminuzione degli abusivi che si avvalgono di prestatori di mano d'opera sottopagati e che spesso lavorano senza i necessari dispositivi di protezione e senza alcuna tutela assicurativa e/o previdenziale;

- aumento della competitività delle aziende aggiornate e competenti che possono offrire un servizio che valorizzi le aree a verde con conseguente miglioramento delle condizioni di vita di tutta la comunità attraverso la massimizzazione dei servizi estetico-funzionali che parchi e giardini possono offrire se gestiti nella maniera corretta



Oggi: Andrea conta su di te

Andrea Verginella ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "IVA al 4% per i servizi di realizzazione e manutenzione del verde sulla prima casa". Unisciti con Andrea ed 31 sostenitori più oggi.