Nelle istituzioni scolastiche rendere obbligatorio l'insegnamento della Lis

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Molti di voi penseranno: perché insegnare la lingua dei segni dovrebbe essere obbligatorio? Le risposte che posso dare sono molteplici, innanzitutto la Lis è una lingua a tutti gli effetti e come tale è fonte inesauribile di cultura, ma soprattutto perché rinforza i processi di percezione e memoria visiva, impone di mantenere il contatto oculare e favorisce la capacità di concentrazione negli individui che la praticano. La Lis è un codice e NON UN MIMO, è dotato di una grammatica che permette di esprimersi al presente, al futuro, al passato e in maniera condizionale.    La lingua dei segni si sviluppa non solo sulla componente manuale attraverso l'utilizzo della gestualità ma anche con l'espressione del volto e sulla posizione della testa, delle spalle e del tronco del segnante. Una peculiarità della lingua che impone un punto di vista fuori dagli schemi che favorisce l'empatia. Il tema è rimasto all'oscuro fino al maggio del 2017, una data che ne ricorda il duro e lungo percorso di anni e anni della comunità sorda per l'ufficializzazione del riconoscimento della Lis che speriamo tutti avvenga al più presto. Ogni paese ha la sua lingua dei segni, esistono anche i dialetti perciò molti segni subiscono variazioni di pronuncia in base al luogo. 


L'insegnamento della Lis impone un livello di attenzione visiva di cui le altre lingue non necessitano; questo mette il bambino nella condizione di imparare a cogliere molti particolari con gli occhi migliorandone la sua percezione visiva e la memoria. L’utilizzo del segnato favorisce la creazione di collegamenti sinaptici in quanto le mani sono molto più distanti dal cervello che la bocca ciò rende il bambino più rilassato e aperto all'ascolto.


La Lis è la lingua della comunità sorda, nasce e si sviluppa nelle diverse comunità di sordi che la utilizzano per comunicare tra loro in maniera naturale. Un bambino sordo riesce a comunicare attraverso essa tutti i suoi bisogni e allo stesso tempo può ricevere qualsiasi messaggio senza fatica. È molto difficile iniziare una conversazione con un udente, quest'ultimo se non conosce la lingua come la maggior parte della popolazione, deve seguire dei piccoli accorgimenti come parlare piano e chiaro con il movimento labiale perché l'unico mezzo di comunicazione ricade sulla vista, cosi aiuteremo la persona sorda a comprendere meglio ciò che stiamo dicendo. Questo enorme disagio da parte di entrambi sarebbe annullato solo se la LINGUA DEI SEGNI fosse INSEGNATA fin dalla scuola primaria...                     

Con questa mia petizione voglio aprire una porta a chi come me era all'oscuro sull'argomento 



Oggi: Vanessa conta su di te

Vanessa Abbinanti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Insegnamento della Lis obbligatorio a scuola". Unisciti con Vanessa ed 817 sostenitori più oggi.