Democrazia=Chiarezza! 25 domande a cui il Sindaco di Pisa dovrebbe rispondere o dimettersi

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


(English version below)

Alla cortese attenzione del nuovo Sindaco leghista di Pisa, Michele Conti

In quanto persone venute a Pisa da tutta l’Italia e oltre, attratte dalla gloriosa storia di questa città e dalla sua bellezza, ma anche dal suo calore e dalla lunga tradizione di tolleranza e attenzione all’inclusione, dobbiamo ammettere che in questo momento ci sentiamo minacciati, meno al sicuro, e certamente meno accolti e rispettati. Per questo ci rivolgiamo a lei, il nuovo leader eletto di Pisa, perché ci aiuti a comprendere meglio la realtà attuale di questa città che speriamo di poter continuare a chiamare casa ancora per molti anni a venire.

Molti di noi sono piuttosto confusi riguardo alla sua precisa posizione su questioni fondamentali relative ai diritti umani, e come cittadini e residenti di Pisa che vivono attualmente sotto la sua autorità crediamo di avere il diritto di ricevere risposte molto chiare ad alcune domande cruciali che hanno una ricaduta diretta su di noi e sui nostri cari.

Abbiamo preparato 25 semplici domande a cui lei dovrebbe essere in grado di rispondere con grande facilità, e che non dovrebbero sottrarle più di cinque minuti del suo tempo.

(In parte questa lista può essere utile anche per i politici eletti in altre città, o per altre persone che occupano posizioni di potere istituzionale e che preferiscono mantenere una sostanziale ambiguità sulle proprie vere opinioni, sfruttando la nuova tendenza internazionale – che disgraziatamente si è finora dimostrata piuttosto efficace – di blandire gli elementi più carichi d’odio della società attraverso sottili allusioni aggressive, segnali che comunicano loro “sono uno di voi”, senza mai rendere queste allusioni e segnali troppo chiari per non offendere quel restante 10-15 per cento della società che prova ancora disagio di fronte all’odio e alla discriminazione palesi. La luce del sole è il miglior disinfettante, e crediamo che l’arma migliore a nostra disposizione per sopravvivere all’oscurità che ci minaccia sia pretendere assoluta chiarezza da chi è al potere, o da chi aspira ad esserlo. Una nota più leggera: come antirazzisti amiamo sia il bianco che il nero, ma in questo momento proprio non ci piace il grigio!)

1) I Rom che rispettano le leggi sono i benvenuti in Italia?

2) I Rom che infrangono le leggi dovrebbero essere soggetti alle stesse pene di qualsiasi altro gruppo o dovrebbero essere puniti più severamente, anche con l’espulsione dall’Italia?

3) Il capo del suo partito, Matteo Salvini, ha sbagliato quando, il 18 giugno 2018, ha detto che vorrebbe poter espellere tutti i Rom, anche quelli che sono in Italia legalmente?

4) Crede che avrebbe dovuto scusarsi per queste parole?

5) Perché non l’ha pubblicamente invitato a farlo?

6) Può invitarlo pubblicamente a farlo ora?

7) Crede che i neri, gli asiatici, gli arabi, i musulmani, gli indù e i gay che sono qui legalmente dovrebbero avere esattamente gli stessi diritti di coloro che hanno il suo stesso aspetto, o per lei esiste anche solo una minima differenza?

8) Crede che i bianchi e i neri dovrebbero essere liberi di amarsi, avere figli ecc., o è d’accordo con alcuni dei politici internazionali corteggiati dal leader del suo partito che sono convinti che bianchi e neri non dovrebbero mischiarsi?

9) Crede che gli studenti e i professori neri, asiatici, ebrei, arabi, musulmani, indù e gay che attualmente studiano e insegnano a Pisa dovrebbero avere esattamente gli stessi diritti degli studenti e dei professori che hanno il suo stesso aspetto, o per lei esiste anche solo una minima differenza?

10) Crede che gli italiani del Sud, comprese le decine di migliaia di persone che ogni anno arrivano a Pisa per studiare e insegnare, siano del tutto uguali agli italiani del Nord, o è d’accordo con la retorica discriminante e il tentativo di persecuzione politica portati avanti contro di loro dal suo partito per decenni – fino a che recentemente avete smesso di usare pubblicamente la parola ‘Nord’, anche se essa è ancora presente nel vostro statuto e sul vostro sito web www.leganord.org?

11) Crede che le leggi razziali firmate a pochi chilometri di distanza dal suo ufficio 80 anni fa, il 5 settembre 1938, siano state una delle più grandi tragedie della storia italiana?

12) Pensa che sia stata una buona idea che le Università si siano scusate pubblicamente per il loro silenzio in una cerimonia speciale svoltasi appena qualche giorno fa, il 20 settembre 2018?

13) Le persone dovrebbero interpretare la sua assenza dalla cerimonia come un segno della sua mancanza di rispetto verso coloro che furono espulsi e uccisi in conseguenza di quelle leggi, o può chiarire questo equivoco spiegandoci quali impegni più importanti aveva in quell’occasione?

14) Gli ebrei che oggi vivono a Pisa legalmente sono i benvenuti su un piano di completa uguaglianza o esiste per lei anche solo una minima differenza tra loro e gli altri?

15) Gli omosessuali, i bisessuali e i transessuali sono completamente uguali agli eterosessuali per lei, o ritiene accettabile anche solo una minima manifestazione di mancanza di rispetto nei loro confronti?

16) Le donne ai suoi occhi sono su un piano di assoluta parità con gli uomini, anche per ciò che riguarda le opportunità di impiego, il controllo sui loro corpi e la protezione della legge contro le aggressioni fisiche e verbali?

17) Le è chiaro perché un Assessore alla cultura riconosciuto colpevole di stalking nei confronti della sua ex compagna fa sentire le donne a Pisa meno protette, e sicuramente non rispettate?

18) Un cittadino italiano nero, di origina araba, ebreo o Rom, o un cittadino italiano con un taglio degli occhi che si ritrova più comunamente in Asia, hanno gli stessi diritti e opportunità dei cittadini italiani che hanno il suo stesso colore della pelle e il suo stesso taglio degli occhi? Dovrebbero avere il diritto di rappresentare l’Italia in ogni competizione internazionale, concorso di bellezza e, se regolarmente eletti, in politica, o persino di diventare Presidente della Repubblica o Presidente del Consiglio?

19) È d’accordo sul fatto che il regime fascista sia stato uno dei periodi più bui della storia italiana, e che il fascismo non dovrebbe mai essere riportato in vita, in nessuna forma?

20) Pensa che la democrazia, con tutte le sue imperfezioni, sia ancora la migliore forma di civiltà che abbiamo a disposizione?

21) Pensa che i diritti e l’assoluta uguaglianza che la Costituzione italiana garantisce a tutti i cittadini e ai residenti che rispettano le leggi siano da difendere, o preferirebbe modificare la Costituzione e limitare o eliminare quei diritti?

22) Pensa che chiunque discrimini – anche verbalmente – chiunque altro sulla base della razza, del genere, della religione, dell’etnia, del paese d’origine o dell’orientamento sessuale dovrebbe essere condannato nei termini più duri?

23) Ha mai condannato pubblicamente qualcuno per avere discriminato qualcun altro sulla base della razza, del genere, della religione, dell’etnia, del paese d’origine o dell’orientamento sessuale?

24) Pensa che Pisa sia una città più bella e stimolante grazie ai suoi tanti diversi studenti, professori, ricercatori, espatriati, immigrati, viaggiatori ecc., o preferirebbe una Pisa abitata da soli italiani e/o da persone con il suo stesso colore della pelle, taglio degli occhi e religione?

25) Pensa che dovremmo essere elogiati o piuttosto condannati per avere posto queste domande e auspicabilmente avere eliminato ogni ambiguità riguardo a tali questioni, soprattutto in considerazione del periodo politico insolitamente teso che stiamo vivendo e della sua lunga storia come esponente di gruppi politici e partiti che sono ampiamente percepiti come razzisti e/o neofascisti?

Grazie in anticipo per essersi preso il tempo di leggere e rispondere pubblicamente a queste 25 semplici domande, perché aiuteranno certamente a fare chiarezza su che tipo di persona lei sia, su che cosa rappresenta e su che cosa ci dice la sua elezione riguardo alla condizione attuale di questa meravigliosa città.

Speriamo che le sue risposte siano una grande delusione per i cittadini di Pisa più razzisti, sessisti, xenofobi, antisemiti e omofobi che possono avere pensato di trovare in lei una bandiera.

Speriamo che le sue risposte non deludano i cittadini di Pisa non estremisti che l’hanno scelta perché pensavano che lei potesse contribuire a risolvere i problemi economici e di sicurezza che la città si trova ad affrontare, ma sarebbero mortificati nell’apprendere che lei non può condannare apertamente e con forza ogni forma di discriminazione anticostituzionale.

---

"Democracy = Clarity! 25 simple questions the new Mayor of Pisa should answer. Or resign."

Addressing the new Lega Mayor of Pisa, Michele Conti:

As people who came to Pisa from all over Italy and beyond because of this city's glorious history and beauty, but also because of its warmth and long tradition of tolerance and inclusiveness, we must say that we now feel threatened, less safe, and certainly less welcome and respected, and we therefore turn to you, Pisa's newly elected leader, to help us better understand the exact current reality of this city which we hope to continue to be able to call home for many years to come.

Many of us are quite confused about your own precise positions on key human-rights issues, and as citizens and residents of Pisa currently living under your authority we believe that we have the right to receive very clear answers to some fundamental questions that directly affect us and our loved ones.

We have prepared 25 simple questions that should be very easy for you to answer, and should not take more than 5 minutes of your time.

(Parts of this list can also be useful for elected officials in other cities, or other people in positions of institutional power, who prefer to keep their true opinions ambiguous so as to capitalize on the new international trend - which, tragically, has been quite effective thus far - of luring the most hateful elements of society with subtle hints of hatred, signals that tell them "We're one of you," but keeping those hints and signals perfectly ambiguous and just-barely deniable so as not to offend another 10-15 percent of society who are still uncomfortable tolerating blatant hatred and discrimination. Light is the best disinfectant, and we believe that our best hope for surviving our current wave of darkness is by demanding absolute clarity from all those in power, or those seeking power. On a lighter note: As anti-racists, we love black and white, but really have no appetite for grey right now!)

1) Are law-abiding Roma welcome in Italy?

2) Should Roma who break laws be subjected to the same punishments as any other group, or should their punishment be more severe, including expulsion from Italy?

3) Was the head of your party, Matteo Salvini, wrong when he said on June 18, 2018 that he wishes he could expel all Roma, even those who are here legally?

4) Do you believe he should have apologized for those words?

5) Why did you not publicly call on him to do so?

6) Can you call on him to do so now?

7) Do you believe that blacks, Asians, Jews, Arabs, Muslims, Hindus and gays who are here legally should have exactly the same rights as those who look like you, or is there even the slightest difference in your mind?

8) Do you believe that blacks and whites should be able to love each other, have kids together, etc., or do you agree with some of the international politicians currently being courted by the head of your party who believe that blacks and whites should not mix?

9) Do you believe that black, Asian, Jewish, Arab, Muslim, Hindu and gay students and professors currently studying and teaching in Pisa should have the exact same rights as students or professors who look like you, or is there even the slightest difference in your mind?

10) Do you believe that Italians from Southern Italy, including the tens of thousands who come to study and teach in Pisa each year, are fully equal to Italians from the North, or do you agree with the discriminatory rhetoric and attempted political persecution carried out towards them by your party for decades - until you recently stopped using the word 'Nord' publicly, even though it is still included in your official statute and website www.leganord.org?

11) Do you believe that the Racial Laws signed just a few kilometers from your office 80 years ago, on September 5, 1968, where one of the biggest tragedies in Italy's history?

12) Do you believe it was a good idea that the universities officially apologized for their silence in a special ceremony just a few days ago, on 20 September, 2018?

13) Should people interpret your absence from that ceremony as a sign of your disrespect for the people who were expelled and killed as a result of those laws, or can you clarify this misunderstanding by telling us what more-important business you had at that time?

14) Are Jews who currently live in Pisa legally welcome as complete equals, or is there even the slightest difference between them and others in your mind?

15) Are homosexuals, bisexuals and transsexuals completely equal to heterosexuals in your mind, or should they be treated with even the slightest amount of disrespect?

16) Are women completely equal to men in your eyes, including as it pertains to employment opportunities, control over their bodies and protection from the law in the face of verbal or physical aggression?

17) Can you see why having an Assesore di Cultura who was convicted of stalking his ex-girlfriend makes women in Pisa feel less protected, and certainly disrespected?

18) Does a black, Arabic, Jewish, or Rom Italian citizen, or an Italian citizen whose eye-shape is most-commonly found in Asia, have the exact same rights and opportunities as Italian citizens who share your skin color and eye-shape; should they have the right, if properly elected, to represent Italy in all international competitions, beauty contests, politics, or even become Italian President or Prime Minister?

19) Do you agree that Fascism was one of the darkest periods in Italian history and should never be brought back in any shape or form?

20) Do you think that Democracy, with all of its imperfections, is still the best form of civilization that we have access to?

21) Do you think that the rights and absolute equality guaranteed to all law-abiding citizens and residents by the current Italian constitution are good things, or would you prefer to modify the constitution and minimize or remove those rights?

22) Do you think that anyone who discriminates - even verbally - against anyone else based solely on their race, gender, religion, ethnicity, country of origin or sexual orientation should be condemned in the harshest of terms?

23) Have you ever publicly condemned anyone for discriminating against people based solely on their race, gender, religion, ethnicity, country of origin or sexual orientation?

24) Do you think Pisa is a more beautiful and stimulating city with all of its diverse students, professors, researchers, expats, immigrants, travelers, etc., or would you prefer a Pisa with only Italians and/or people with your skin color, eye-shape and religion?

25) Do you think we should be lauded or condemned for asking these questions and hopefully removing any ambiguity surrounding these issues, especially considering the unusually tense political period we are currently living in, and your long history of being affiliated with political groups and parties that are widely perceived as being racist and/or neo-Fascist?

Thank you in advance for taking the time to read and publicly answer these 25 simple questions, as they will certainly help clarify exactly who you are, what you stand for and what your representing Pisa says about the current state of this wonderful city.

We hope that your answers will be a huge disappointment to the most racist, sexist, xenophobic, anti-semitic and homophobic citizens of Pisa who may have thought they had a champion in you.

We hope your answers will not be a disappointment to the non-extreme citizens of Pisa who chose you because they thought you could help improve the security and economic problems facing the city, but would be mortified if they learned that you can't openly and forcefully condemn every form of unconstitutional discrimination.

 



Oggi: New York conta su di te

New York English Academy ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Il Sindaco di Pisa, Michele Conti: Democrazia=Chiarezza! 25 domande a cui il Sindaco di Pisa dovrebbe rispondere o dimettersi". Unisciti con New York ed 102 sostenitori più oggi.