Il Segugio dell'Appennino non è una varietà del Segugio Maremmano.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Enci e Pro Segugio stanno permettendo che la storica razza del Segugio dell'Appennino, venga accorpata come varietà al Segugio Maremmano. Studi sul DNA sottolineano le similitudini genetiche delle popolazioni, storia e fatti evidenziano le oggettive differenze nello stile di lavoro e nelle particolarità morfofunzionali delle due razze. Vogliamo che le cose proseguano come erano cominciate col lavoro di Don Nando e tutti quelli che hanno creduto e lavorato nel progetto di riconoscimento del Segugio dell'Appennino. È una razza a se stante con le sue autenticità particolarità e aspetti caratteristici, dobbiamo preservarla e tutelarla in un progetto ancora lungo di selezione zootecnica che conservi e preservi il nostro patrimonio! Tuteliamo il Segugio dell'Appennino, il tesoro delle nostre montagne e della nostra storia venatoria.

"Il nostro segugio verrà anch'esso riconosciuto ufficialmente come varietà del segugio Maremmano, visto che condividono lo stesso DNA. Per il Segugio dell'Appennino, bisognerà approntare la documentazione con la modifica dello standard."

Comunicato Pro Segugio del 01/05/2017

Noi non ci stiamo, se amate i vostri piccoli e sagaci ausiliari, se i vostri cani sono gli stessi da generazioni, uguali a quelli con cui cacciavano i nonni, se l'abbaio sulla traccia dei vostri segugi è unico e distinguibile tra mille, appassionato e musicale, siate di iniziativa e passione come loro, come i nostri unici segugi, firmate e condividete la petizione, proviamo a cambiare le cose.

Non permettiamo che riscrivano la storia, non rassegnamoci.

I nostri cani non sono una varietà del Segugio Maremmano.

Sono Segugi dell'Appennino.

 

 



Oggi: Martina conta su di te

Martina Bonaventura ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Il Segugio dell'Appennino non è una varietà del Segugio Maremmano.". Unisciti con Martina ed 17 sostenitori più oggi.