Una nuova legge a tutela dei padri separati

0 hanno firmato. Arriviamo a 10.000.


Un padre ha diritto quanto la madre di avere i figli in affido e poter essere valutato come genitore affidatario: i tempi sono cambiati e ci vogliono leggi aggiornate.

Troppi papà vivono in macchina dopo la separazione pur di mantenere la famiglia, perdono la casa e la possibilità di crescere i figli in egual tempo alla madre. Oggi le donne lavorano quanto gli uomini, perché allora detengono ancora il primato rispetto all'affidamento? Vogliamo nuove leggi a tutela vera dei padri separati affinché non siano considerati solo come coloro che pagano le spese e basta!

Pensate a quanti, pur essendo la parte lesa devono lasciare la propria casa. Non è giusto che un papà debba affrontare una separazione col presupposto di doversi difendere in partenza per limitare il danno economico e la disperazione di vedersi sottrarre i propri figli, perdendo così i momenti più belli e importanti della loro crescita!

È tempo che la legge o comunque l'approccio dei giudici sia aggiornato e senza pregiudizio perché non è vero che la madre è sempre e comunque il genitore più idoneo nella crescita dei figli, ci sono padri che risultano più responsabili e maturi in tal senso e quindi dovrebbero essere più tutelati!

A nome di tutti i papà come me chiedo a chi di dovere di dare ascolto al nostro grido disperato che purtroppo non fa notizia!



Oggi: Vincenzo conta su di te

Vincenzo Rossini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Il papà non è solo un bancomat!". Unisciti con Vincenzo ed 9.244 sostenitori più oggi.