Il lavoro di camionista venga riconosciuto come usurante

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Mi chiamo Martina, ho 27 anni e sono figlia orgogliosa e fiera di un camionista con oltre 30 anni di esperienza nel settore autotrasporti.

Premetto che, con questa petizione, intendo rappresentare proprio mio padre e tutti quanti gli autotrasportatori italiani.

Inizierò ponendo una domanda: è possibile che il lavoro di camionista sia ancora visto come NON usurante?

In base a quale criterio viene negato, a questo lavoratore, il diritto di accesso al trattamento pensionistico anticipato?

Il camionista lavora/rischia/conta forse meno di un autista di autobus? Io dico di no.

Il camionista può lavorare indistintamente sia di giorno che di notte a qualsiasi ora, dormendo quindi poco e male, viene usato come uomo di fatica nelle operazioni di carico/scarico del mezzo perché, certo, non basta farsi ore e ore di strada normale su un mezzo che può raggiungere e oltrepassare le 44 tonnellate.

Il camionista, con questo lavoro, si massacra.

A mio padre uscì un'ernia cervicale per aver preso in pieno una buca inevitabile e rimase sveglio ben sette giorni a causa del dolore lancinante. Senza contare il continuo mal di schiena e altri dolori fisici, lo stress, le poche ore di sonno e altro.

CHIEDO che il lavoro di camionista venga riconosciuto assolutamente come USURANTE.



Oggi: Martina conta su di te

Martina Galli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Il lavoro di camionista venga riconosciuto come usurante". Unisciti con Martina ed 6.108 sostenitori più oggi.