Reintroduzione del servizio di tutorato del corso di EGST - Consorzio UNO

Reintroduzione del servizio di tutorato del corso di EGST - Consorzio UNO

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Studenti Economia e Gestione dei Servizi Turistici ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Il direttore generale del Consorzio UNO

Gentile lettore,

Dall'anno accademico 2019/2020 il servizio di tutorato per il corso di Economia e Gestione dei Servizi Turistici, presieduto egregiamente dalla Dottoressa Elisa Scanu, sarà sospeso. Le ragioni di tale decisione risiedono nella  carenza di risorse per il finanziamento delle attività e dei servizi del prossimo anno accademico: il contributo regionale con il quale questo Consorzio conduce l'attività è, infatti, largamente inferiore alle necessità.
La sua figura ha rappresentato nel corso degli anni un importantissimo punto di riferimento per tutti gli studenti dell'Università di Oristano, accrescendo così la qualità del servizio di didattica del Consorzio UNO. Non solo, il suo operato ha permesso agli studenti di programmare al meglio il proprio piano di studi per cui riteniamo che gran parte del successo dell'Università di Oristano passi anche dalle sue mani.
Considerata l'importanza della figura rappresentata da Elisa, gli alti standard qualitativi della didattica da essa offerta, riteniamo necessario che venga reintrodotto il servizio di tutorato a beneficio degli studenti UNO.

Siamo disposti a sederci e trovare una soluzione che vada incontro a entrambe le parti, tuttavia ci teniamo a sottolineare quanto per noi questa decisione mini alla efficienza generale dell'offerta universitaria proposta dal Consorzio UNO.

Ti chiediamo pertanto di condividere con noi la causa in questione attraverso la tua firma,

Gli studenti di Economia e Gestione dei Servizi Turistici.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!