IKEA RITIRI IL CATALOGO MISOGINO

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


La sede israeliana di Ikea ha accontentato gli ebrei ultraortodossi, che avevano chiesto un catalogo dove non ci fossero donne, per fare in modo che «possano apprezzare i prodotti e le soluzioni offerte in sintonia con il loro stile di vita».

Viviamo in un mondo che, purtroppo è una tendenza di proporzioni apparentemente inarrestabili, piega l'etica alle disumane leggi del profitto, ma qui siamo ben oltre: legittimare la misoginia, come ha fatto Ikea con questa decisione, in una società ancora impregnata di maschilismo malgrado il progresso e lo scorrere del tempo, è da irresponsabili, perciò chiediamo l'immediato ritiro di questo ripugnante catalogo.

 



Oggi: Karis conta su di te

Karis Charalambous ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ikea: IKEA RITIRI IL CATALOGO MISOGINO". Unisciti con Karis ed 46 sostenitori più oggi.