per la non violenza

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


La proposta - a fronte del generico e generalizzato accoglimento della violenza -  è  sorgiva dalla necessità di fornire elementi di soggettiva meditazione nella fase dell’evolversi  cognitivo e comunitario/sociale delle nuove generazioni.

La proposta ha attuabilità per la massa di documentazioni filmiche – oggi,  anche rigenerate – sui “disastri della guerra” che,  tralasciando opinioni e “ragioni” di fronti contrapposti,    sollecitano le più angoscianti riflessioni sulle disperazioni che i conflitti – qualsiasi conflitto, anche individuale – portano alle coscienze ed ai contorni di umanità, ancora vigili.

La proposta:  disporsi la proiezione - presso le scuole e istituti del ciclo medio e superiore,  per la durata di un’ora,  il giorno di sabato,  presso  ogni aula scolastica, senza commenti interpretativi e/o motivazionali – di cicli di documentari, per immagini “vere”, sulle guerre e le devastazioni del XX secolo.



Oggi: umberto conta su di te

umberto franchini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "i disastri della guerra". Unisciti con umberto ed 107 sostenitori più oggi.