no 5G

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


https://www.youtube.com/watch?v=pZBZk2F6FSk&fbclid=IwAR1Yb2OzQ7C7iTjxEzyxBjemFvAJ0ITEBUC3V8WsPIYh9g4eiyYXSjMdb50 RETE 5G I SUOI PERICOLI SULLA NOSTRA SALUTE !!!

https://www.youtube.com/watch?v=sRAPRuWTJfA&fbclid=IwAR0lMl-SbDRKc2p1ryU4dGmkGRKlDxdqI5_9aGzQrb9_iBDJcIvwC_eH4SA 5 G il vero terrore

Le radiazioni non ionizzanti sono considerate un possibile cancerogeno dall’OMS. Gli esperti chiedono valutazioni indipendenti prima di commercializzare il nuovo standard 5G

Con le connessioni 5G aumenta l’esposizione ai campi elettromagnetici

(Rinnovabili.it) – Una moratoria sulla realizzazione della rete di quinta generazione, l’attesissimo 5G. È la richiesta contenuta in una lettera aperta firmata da 170 scienziati di 37 paesi, tra cui l’Italia. Gli esperti avvertono che l’arrivo della nuova rete causerebbe un aumento massiccio dei campi elettromagnetici a radiofrequenza (RF-EMF), con la conseguente maggiore esposizione degli esseri umani ad un flusso di radiazioni non ionizzanti – definito anche elettrosmog – che non è privo di controindicazioni.

«Devono essere condotti studi di impatto sanitario e ambientale seri e indipendenti prima di qualsiasi immissione sul mercato», scrivono i 170 scienziati. Il loro appello segue un altro richiamo del 2015, nel quale si chiedeva all’ONU e all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) di promuovere misure preventive per limitare l’esposizione alle onde elettromagnetiche. Le preoccupazioni, fino a qualche anno fa liquidate con un’alzata di spalle e portate avanti da pochi esperti, sono oggi una realtà conclamata. Il passaggio discriminante è avvenuto nel 2011 con la classificazione da parte della IARC (l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) delle radiofrequenze come «possibile cancerogeno» per l’uomo.

Gli esperti avvertono che la progressiva diffusione del cosiddetto internet delle cose (IoT) porterà a creare dalle 10 alle 20 miliardi di nuove connessioni, incrementando l’esposizione umana all’elettrosmog in maniera esponenziale. Con essa crescerebbero i rischi di cancro al cervello, morbo di Alzheimer, infertilità o sintomi di elettro-ipersensibilità (forte mal di testa, difficoltà di concentrazione, disturbi del sonno, stanchezza e sintomi simili a quelli dell’influenza). http://www.nogeoingegneria.com/campo-elettromagnetico/le-radiazioni-5g-fanno-male-170-scienziati-per-la-moratoria/

thanks 

N.B.PER QUESTA PETIZIONE E' SUFFICIENTE LA FIRMA E / O LA CONDIVISIONE ,NON E' NECESSARIO O RICHIESTO IL SOSTEGNO ECONOMICO.

GRAZIE 

emanuela callegari 


Vuoi condividere questa petizione?