Chiediamo al Sindaco la verità sui vaccini

Chiediamo al Sindaco la verità sui vaccini

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Manduria Migliore ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Gregorio Pecoraro Sindaco di Manduria

 
I cittadini firmatari, apprese le notizie emerse sulla stampa locale, ai sensi delle facoltà concesse dall’art. 24 dello Statuto Comunale del Comune di Manduria nonché dall’art. 6 Regolamento per la partecipazione popolare ed i referendum, richiedono al Sindaco di rispondere alle seguenti interrogazioni ovvero sollecitano lo stesso a intraprendere le azioni richieste.
 
 
Premesso che:
-       In data 18 Aprile 2021 emerge sul giornale locale “La Voce di Manduria” una notizia secondo cui un cittadino manduriano il sig. Gregorio Pizzi sia stato destinatario di una delle c.d. “dosi in più”, inoculata al medesimo perché lì presente quale collaboratore dei medici. Lo stesso, infatti, intervistato dal giornale in questione si esprime: “Collaboravo con i medici nella ricerca di pazienti con patologie che non abbiamo trovato nella quantità necessaria, così mi hanno chiesto se volevo farmi l’ultima dose rimasta che altrimenti sarebbe andata buttata”. Tuttavia, non è ancora noto attraverso quale atto di attribuzione il suddetto sia stato autorizzato a raccogliere, gestire e classificare i dati dei pazienti con patologie nonché le competenze per effettuare tale raccolta, come dichiarato dallo stesso.
-       In data 27 Aprile sempre il giornale “La Voce di Manduria” pubblica un articolo in cui afferma che il Sindaco dr. Gregorio Pecoraro si è sottoposto a vaccinazione contro sars-cov-2 in data 27 febbraio 2021 presso il centro vaccinale allestito nella palestra coperta dell’I.C. Michele Greco (Plesso G.L. Marugj - Via Primo Maggio 3). In tale data la vaccinazione era aperta a soggetti con età superiore ad 80 anni ovvero personale scolastico. Lo stesso giornale riporta, infatti, che il Sindaco (65enne) è stato inserito nell’elenco “Personale Scolastico”. Nello stesso giorno due Consiglieri di Minoranza richiedono al Sindaco spiegazioni, a fronte della gravità delle accuse; il quale, tuttavia, non fornisce risposta.
-       Il 28 Aprile emerge alla cronaca un frammento di colloquio con i cittadini, tenuto dal sindaco sulla propria pagina Facebook il 2 Aprile 2021, in cui lo stesso alla domanda posta da un utente “Lei è vaccinato?” risponde testualmente “Non sono Vaccinato”, negando di fatto di essersi sottoposto a vaccinazione. L’argomento in discussione era relativo al comportamento da tenere ove già vaccinati, per cui si escludono fraintendimenti di sorta.
-       Nei giorni a seguire sulla stampa si susseguono notizie ulteriori di presunte inoculazioni a membri della maggioranza oppure di soggetti vicini ai gruppi consiliari, nelle more delle elezioni, non chiarendo se le stesse fossero o meno rispettose delle disposizioni relative a fasce di età o categoria.
 
Tutto quanto esposto induce i cittadini qui firmatari ad uno stato irrequietezza sociale relativamente alla gestione della macchina vaccinale e delle modalità di selezione dei pazienti ad essa sopposta, pertanto;
 
 
 
 
SI CHIEDE AL SINDACO
 
-       Di chiarire o smentire le voci relative ai fatti menzionati definendo la propria posizione riguardo la data di eventuale inoculazione e relative motivazioni;
-       di chiarire la presenza in sede vaccinale del Sig. Gregorio Pizzi quale collaboratore, adducendo eventuali atti di conferimento di incarico;
OVVERO
-       Ove non sia in grado di smentire i fatti esposti dalla cronaca locale e i medesimi risultino veritieri di rassegnare le proprie immediate dimissioni.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!