LIBERALIZZARE IL MERCATO DEI TAXI in Italia ed introdurre un tassametro fiscale

0 have signed. Let’s get to 500!


Chi di voi ricorda l'ultima volta che sotto la pioggia, magari un sabato sera, è riuscito a fermare un taxi che passava per caso? Un conducente che l'ha accompagnato a destinazione, magari lasciandolo pagare con carta di credito per mancanza di contanti? Se lo ricordate siete davvero in pochi!

L'Italia è un paese arretrato dal punto di vista dei trasporti, bloccato da una classe politica che non ha il coraggio di prendere delle decisioni per il bene più ampio dei cittadini e che viene tenuta in ostaggio da una lobby che si è arrogata un potere che non le appartiene, quella dei tassisti.

Il prezzo delle singole corse è tra i più alti in Europa, la disponibilità dei taxi è limitata, le corse vengono rifiutate se pagate con carta di credito: in questo contesto, la libera competizione che favorirebbe i cittadini viene anacronisticamente bloccata, rendendo illegale un servizio innovativo come UBER, presente in tanti paesi.

Le licenze taxi vengono compravendute a cifre oscillanti tra i 180.000 e i 370.000 euro; il settore taxi gode di agevolazioni su acquisto auto, tassa di possesso, accise sul carburante. Le dichiarazioni dei redditi dei tassisti italiani portano un reddito oscillante tra i 16.000 e i 24.000 euro l'anno. In più, con arroganza e prepotenza bloccano città e aeroporti, impediscono la mobilità, creano danni e tumulti, con arresti e feriti. Sono ormai un costo sociale non più sostenibile.

Firma questa petizione per far sentire la tua voce, per liberalizzare il mercato dei taxi, abolire le licenze, aprire le porte a servizi sostenibili che creerebbero occupazione grazie alle nuove tecnologie e regolamentare i pagamenti ai tassisti rendendoli tracciabili.



Today: Claudio is counting on you

Claudio Giordani needs your help with “Graziano del Rio : LIBERALIZZARE IL MERCATO DEI TAXI in Italia ed introdurre un tassametro fiscale”. Join Claudio and 203 supporters today.