Petition Closed
Petitioning Governo italiano

Voglio che la salma di Priebke venga spedita in germania


Gentile Sig.ra Angela Merkel, chi le scrive è un cittadino italiano che intende scusarsi se sul prossimo volo in arrivo dall’Italia troverà, nella stiva dello stesso, il cadavere del suo connazionale Priebke deceduto alcuni giorni addietro nel nostro paese. Inutile che le spieghi chi era il Priebke, ma voglio solo sottolineare che, nel mio paese, ha vissuto gli ultimi anni della sua vita, comodamente sistemato agli arresti domiciliari dopo la condanna subita per la sua partecipazione all’eccidio delle Fosse Ardeatine. Non voglio entrare nel merito di quanto accaduto quasi settant’anni fa; la storia è anche la memoria collettiva di chi, come me, non dimentica la sconvolgente barbarie di quei regimi che, accomunandoci, si arrogarono il diritto di decidere chi fosse degno di vivere e morire secondo un disegno di aberrante sopraffazione di tipo razziale, politica e religiosa.  Sono grato al suo paese che, come ho potuto constatare di persona durante un soggiorno a Berlino, ha fatto proprio il pesante fardello di quel doloroso passato per farsi attore di un processo di restituzione della dignità per le vittime nella perenne memoria di quanto avvenuto. Nel mio paese tutto questo non è ancora accaduto e, quanto sta accadendo in questi giorni intorno al destino del cadavere di Priebke, non è che la diretta conseguenza di questa incapacità di guardare con determinazione il nostro passato.  Ecco perché ho deciso di affidare a Lei e al popolo tedesco la salma del Priebke, certo come sono che, con  la fermezza che sola può scaturire dalla chiarezza di intenti, possiate dare allo stesso sepoltura secondo il suo "merito".

Daniele Besozzi

Letter to
Governo italiano
Voglio che la salma di Priebke venga spedita in germania