Vittoria

Mantenimento degli scatti di anzianità per il personale della scuola

Questa petizione ha creato un cambiamento con 1.010 sostenitori!


Con questa petizione si chiede  al Governo di mantenere gli scatti di anzianità per il personale della scuola, dicendo  no  al meccanismo degli scatti assegnati in base al merito, previsto nel patto formativo dell'esecutivo. Deve essere mantenuto per il personale della scuola il diritto alla carriera legata all’anzianità di servizio, fatta salva la possibilità di un premio di qualità per il lavoro svolto, assegnato in modo aggiuntivo e con criteri di serietà, e non discrezionali, come avviene ad esempio in Francia.
Faccio presente che il personale della scuola è stato negli ultimi anni uno dei più discriminati nella pubblica amministrazione, avendo subito, a causa delle  varie leggi di stabilità, oltre al blocco degli aumenti contrattuali, dal 2009,quello degli scatti di carriera.
A proposito di questi ultimi,  ricordo che con la sopravvenuta contrattualizzazione del pubblico impiego,ai sensi dell'art. 2, comma 2 del D.Lgs. n. 29/199, lo status giuridico ed economico dei docenti e del restante personale della scuola è  regolato dal contratto collettivo, con l'eliminazione degli  aumenti biennali di stipendio, previsti dall’art. 53, terzo comma della Legge n. 312/80, A partire dal triennio 1994-1997, i passaggi stipendiali sono regolati,  salvo per i docenti di religione,  dal  sistema dei cosiddetti gradoni.
Ora, come detto, l'intento è quello di eliminare con i gradoni ogni forma di scatto d'anzianità. Ritengo che ci possanno esserre forti dubbi di costituzionalità in questa decisione, che lasciano aperta, se verrà infine assunta,  la strada a una class action e a innumerevoli ricorsi del personale della scuola al giudice del lavoro.alla Corte Costituzionale, alla Corte di Giustizia Europea. Ricordo all'uopo che nel  2008 la Corte di Cassazione ha ribadito,sulla base del principio della giusta retribuzione dell'articolo 36 della Costituzione,  la legittimità costituzionale nonché la necessarietà degli scatti d'anzianità Ata e docenti, con la sentenza 7/7/2008 n. 18584, Pres. De Luca Est. Bandini, in Orient. della giur. del lav. 2008, 549,affermando, cito,  che: “La giusta retribuzione deve essere adeguata anche in proporzione all'anzianità di servizio acquisita, atteso che la prestazione di lavoro, di norma, migliora qualitativamente per effetto dell’esperienza”.

Con questa petizione si chiede al Governo di mantenere gli scatti di anzianità per il personale della scuola, dicendo no al meccanismo degli scatti assegnati in base al merito, previsto nel patto formativo dell'esecutivo. Deve essere mantenuto per il personale della scuola il diritto alla carriera legata all’anzianità di servizio, fatta salva la possibilità di un premio di qualità per il lavoro svolto, assegnato in modo aggiuntivo e con criteri di serietà, e non discrezionali, come avviene ad esempio in Francia.

Faccio presente che il personale della scuola è stato negli ultimi anni uno dei più discriminati nella pubblica amministrazione, avendo subito, a causa delle varie leggi di stabilità, oltre al blocco degli aumenti contrattuali, dal 2009,quello degli scatti di carriera.

A proposito di questi ultimi, ricordo che con la sopravvenuta contrattualizzazione del pubblico impiego,ai sensi dell'art. 2, comma 2 del D.Lgs. n. 29/199, lo status giuridico ed economico dei docenti e del restante personale della scuola è regolato dal contratto collettivo, con l'eliminazione degli aumenti biennali di stipendio, previsti dall’art. 53, terzo comma della Legge n. 312/80, A partire dal triennio 1994-1997, i passaggi stipendiali sono regolati, salvo per i docenti di religione, dal sistema dei cosiddetti gradoni.

Ora, come detto, l'intento è quello di eliminare con i gradoni ogni forma di scatto d'anzianità. Ritengo che ci possanno esserre forti dubbi di costituzionalità in questa decisione, che lasciano aperta, se verrà infine assunta, la strada a una class action e a innumerevoli ricorsi del personale della scuola al giudice del lavoro.alla Corte Costituzionale, alla Corte di Giustizia Europea. Ricordo all'uopo che nel 2008 la Corte di Cassazione ha ribadito,sulla base del principio della giusta retribuzione dell'articolo 36 della Costituzione, la legittimità costituzionale nonché la necessarietà degli scatti d'anzianità Ata e docenti, con la sentenza 7/7/2008 n. 18584, Pres. De Luca Est. Bandini, in Orient. della giur. del lav. 2008, 549,affermando, cito, che: “La giusta retribuzione deve essere adeguata anche in proporzione all'anzianità di servizio acquisita, atteso che la prestazione di lavoro, di norma, migliora qualitativamente per effetto dell’esperienza”.



Oggi: Maurizio conta su di te

Maurizio Braggion ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Governo Italiano: Mantenimento degli scatti di anzianità per il personale della scuola". Unisciti con Maurizio ed 1.009 sostenitori più oggi.