Gli autori migranti chiedono la cancellazione del Decreto Sicurezza e Immigrazione

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Siamo persone venute da lontano attraverso percorsi diversi e accidentati.

Abbiamo scelto l’Italia come nostra seconda casa e vi invitiamo a conoscere i nostri vissuti custoditi presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano nell'ambito del progetto DIMMI-Diari Multimediali Migranti. 

Nella diretta del 26 Aprile volta a illustrare la fase 2, il Presidente del Consiglio ha detto: “Serve una stagione intensa di riforme. Deve essere questa l’occasione per cambiare radicalmente tutte quelle cose che nel nostro paese non vanno. E non vanno da tempo.”

Crediamo in questa opportunità storica e reclamiamo la Vostra attenzione sul destino di migliaia di persone presenti sul nostro territorio che non hanno ancora accesso ai loro diritti e di conseguenza ai loro doveri.

Chiediamo al Governo di porre fine immediatamente al Decreto Sicurezza e Immigrazione del 4 ottobre 2018 n. 113, di sanare le sue ingiustizie nel rispetto della Costituzione Italiana e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, e di regolarizzare tutte le persone straniere presenti sul territorio italiano che a tutt'oggi non godono di alcuna tutela legale o sanitaria dello Stato.

Confidiamo in una battaglia condivisa che garantisca i diritti di tutti/e e che sia la pietra miliare in ogni sforzo comune di ripensare la nostra vita e la nostra società in termini fraterni e solidali. 

Clicca qui per leggere il testo integrale della lettera https://www.dimmidistoriemigranti.it/lettera-alle-istituzioni-da-parte-delle-autrici-e-degli-autori-di-dimmi/



Oggi: linea d'ombra​.​odv conta su di te

linea d'ombra​.​odv associazione di volontariato ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Governo Italiano: Gli autori migranti chiedono la cancellazione del Decreto Sicurezza e Immigrazione". Unisciti con linea d'ombra​.​odv ed 1.123 sostenitori più oggi.