Diciamo NO all'obbligatorietà dei sacchetti biodegradabili a pagamento

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Come ben sapete, il 1° Gennaio 2018 è entrata in vigore una "nuova tassa sulla spesa", che possiamo definire come una "imposta indiretta", che costringerà i consumatori a pagare una somma che varia tra i 0,02 fino ai 0,10 centesimi di euro per ognuna dei sacchetti biodegradabili che utilizzeremo per imballare gli alimenti freschi al supermercato.

Questa novità ne racchiude una molto più grave a mio giudizio, ovvero quella di VIETARE l'utilizzo di qualsiasi altra busta, anche in tela (che quindi non inquina perchè riutilizzabile per decine e decine di volte), per contenere i cibi acquistati presso i normali centri commerciali. La considero una vera e propria proibizione della libertà individuale di scelta, oltre che una vera follia.

Di fatto, quindi, siamo di fronte a un giro di affari di centinaia di milioni di euro l'anno, nel quale non voglio entrare nel merito, ma che vede coinvolti milioni di cittadini che non possono, in nessun modo e con nessun motivo, aggirare questa normativa che, oltre a gravare esclusivamente sui contribuenti, non riduce minimamente l'impatto ambientale.

Reputo che tutto ciò sia inaccettabile, entrandone nel merito ed esprimendo il mio sdegno e vergogna verso questo sistema che ha approvato una simile normativa che grava ulteriormente sulle spalle degli italiani.

Firma la petizione e condividi questa battaglia di civiltà.
Siamo popolo, facciamo vedere che se qualcosa non va insieme possiamo cambiarla. Nel mentre boicotta il sistema, boicotta i centri commerciali e tutti coloro che sono obbligati ad adempiere a questa vergognosa normativa.

Claudio Lauretti
www.claudiolauretti.it



Oggi: Claudio conta su di te

Claudio Lauretti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Governo Italiano: Diciamo NO all'obbligatorietà dei sacchetti biodegradabili a pagamento". Unisciti con Claudio ed 449 sostenitori più oggi.