Condono Crif

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Oggi più che mai dovrebbero essere condonati i cittadini iscritti al CRIF per permettere ai più deboli economicamente di ricostruirsi una nuova “identità economica”.

In Italia alle banche è stato permesso di ricostruirsi una nuova "verginità creditizia" con i notevoli aiuti economici fatti pervenire dallo Stato, nonostante gli errori commessi dalle banche prestando miliardi di euro a grandi gruppi imprenditoriali divenuti, all'atto della restituzione, tutti insolventi. Addirittura le Istituzioni non hanno dato nemmeno l'accesso agli atti per conoscere i loro nomi.

Se per le banche lo Stato è intervenuto, alla pari lo Stato intervenga con un condono al Crif per i suoi cittadini con un Decreto Legge dimostrando uguaglianza di trattamento: anche perché sia le banche che le società finanziarie non verranno mai più in possesso di quei crediti, come non lo sono venute in possesso con i grandi gruppi imprenditoriali.

 

 

 



Oggi: Aurelio conta su di te

Aurelio Coppeto ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Governo: Condono Crif". Unisciti con Aurelio ed 121 sostenitori più oggi.