Riqualificazione Piazzale Archinto. Facciamo sentire la voce della piazza e del quartiere!

0 have signed. Let’s get to 100!


Come cittadini residenti intorno a Piazzale Archinto cogliamo l’occasione della presentazione del progetto di ristrutturazione della piazza per esprimere innanzitutto il nostro apprezzamento all'amministrazione comunale per il progetto di intervento, ma sottolineiamo l’importanza di accompagnare alla riqualificazione strutturale anche una più ampia riqualificazione ambientale e sociale, a monte e a valle dell’intervento stesso, per assicurare la piena valorizzazione e protezione dell’investimento.


Crediamo nella cooperazione e nel coordinamento di tutte parti interessate che gravitano intorno alla piazza: i bambini della vicina scuola e il comitato genitori che ne rappresenta gli interessi; gli esercenti dei bar e ristoranti; il comitato Isola; le forze di Polizia che devono garantire il rispetto di tutte le normative; il Comune e il Municipio della Zona 9; i cittadini tutti, che abitano e/o frequentano il quartiere Isola, e ovviamente noi, i residenti di Piazzale Archinto.


Esprimiamo alcune nostre preoccupazioni e al tempo stesso, con spirito costruttivo, alcune nostre proposte.


Ci preoccupa l’elevata affluenza di persone a causa della movida serale e notturna, che fa sì che le nostre più elementari esigenze di tutela della tranquillità e del riposo non siano più garantite, coi rischi che ne possono derivare anche per la salute. (Ci siamo dotati di app per il monitoraggio della rumorosità, rilevando dei livelli regolarmente superiori ai limiti consentiti dalla legge.)


Le cause risiedono nel parcheggio indiscriminato, e del conseguente abuso dei clacson da parte degli automobilisti bloccati, e negli schiamazzi tanto degli avventori degli esercizi commerciali della piazza, quanto di altre persone che utilizzano la piazza come luogo di spaccio e consumo di droghe o alcol procurato altrove.


Il quadro sopra descritto genera degrado e incuria che - quasi ogni notte della settimana - trasforma quelli che di giorno dovrebbero essere giardini pubblici e aree giochi dei bambini in una grande area pic nic, nel migliore dei casi, o in una serie orinatoi a cielo aperto.

Nonostante l’impegno quotidiano dell’AMSA nella pulizia dell’area, il progressivo degrado notturno sta rendendo l’unica piazza del quartiere non fruibile di giorno, rendendola di fatto un monopolio ad uso della movida notturna.


Alla luce delle esperienze maturate, in situazioni analoghe, in altre aree di Milano e in altre città d’Italia, proponiamo alcune azioni coordinate e condivise che consentano di eliminare da subito:

i parcheggi notturni in seconda fila, anche prima dell’intervento strutturale sulla piazza che andrà sicuramente a migliorare la situazione;
il commercio itinerante su area pubblica di qualsiasi tipologia - compresi gli street food - abusivo e non;
il consumo di alcol negli spazi della piazza che non siano i bar / ristoranti e relativi  dehors autorizzati su area pubblica;
I rumori molesti oltre i 55 decibel nelle ore serali e notturne, in rispetto alla vigente normativa.

A tal fine, riteniamo che il nostro sogno di un Piazzale Archinto vivibile sia giorno che di notte nel rispetto delle esigenze di tutti (residenti, commercianti, clienti) possa essere realizzato grazie:

Alla condivisione tra residenti ed esercenti delle azioni indicate sopra;
Ad un piano strutturato di presidio da parte della Polizia Municipale, che incentivi tutti i frequentatori della piazza al rispetto delle esigenze di riposo e della normativa, in quanto:
Studiato in maniera da risultare una presenza tangibile e proattiva, e non semplicemente reattiva alle segnalazioni;
Basato sulla collaborazione e il supporto reciproco, tra esercenti e forze dell’ordine, nel garantire il rispetto delle norme sui rumori serali e notturni;
Continuativo e organico al contesto più ampio di lotta al degrado della piazza.
All’inclusione, nel progetto esecutivo, di alcuni interventi strutturali:
L’ampliamento dell’area bambini e il posizionamento più centrale, lontano dalle strade, per una maggiore sicurezza;
l’installazione di telecamere che disincentivino i comportamenti più degradanti;
l’installazione strumentazioni di misurazione della rumorosità, che vadano a sostituire le attuali apparecchiature (non professionali) di cui i residenti della piazza si stanno avvalendo per monitorare regolarmente la situazione.

Siamo convinti che questo approccio consentirà a tutti di evitare di cadere negli estremismi della “guerra di inciviltà”, di cui purtroppo intravediamo i primi sintomi nei comportamenti di quelli tra noi più esasperati, o di intraprendere i percorsi legali esperiti altrove, che drenano risorse mentali ed economiche che possono essere più utilmente indirizzate al miglioramento dello stato delle cose.


Noi supportiamo l’istituzione di un tavolo comune di lavoro e ci rendiamo sin d’ora disponibili a partecipare nei modi e nelle sedi più opportune a questo progetto così importante.

I cittadini residenti in Piazzale Archinto, zone limitrofe, quartiere Isola

 



Today: Matteo is counting on you

Matteo Mozzi needs your help with “Gli abitanti di piazza Archinto e del quartiere Isola: Riqualificazione Piazzale Archinto. Facciamo sentire la voce della piazza e del quartiere!”. Join Matteo and 79 supporters today.