Giustizia per i vigili del fuoco della foresta amazzonica!

0 hanno firmato. Arriviamo a 150.000.


È possibile che chi ha a cuore la conservazione dell’ambiente e si batte volontariamente per spegnere gli incendi in Amazzonia sia la stessa persona che ha invece causato i roghi? Personalmente non credo sia possibile e dubito che chiunque abbia buon senso ci crederebbe!

Ma nonostante la mancanza di prove, la polizia dello stato di Parà, in Brasile, ha arrestato ingiustamente dei volontari dei vigili del fuoco di Alter do Chão che si trova nel cuore della foresta amazzonica.

Persino la Procura Federale ha dichiarato che non ci sono prove che fanno pensare alla partecipazione dei volontari agli incendi, ma la polizia ha deciso comunque di effettuare gli arresti. Anche i media hanno dimostrato che non ci sono indizi che portano al coinvolgimento dei volontari.                                    

I veri sospettati, come già indicato dall'indagine federale, sono gli usurpatori di terre. 

Per tutti questi motivi, chiediamo alla giustizia brasiliana, al governo di Pará e alla polizia di condurre un’inchiesta trasparente e di porre fine a questa indagine che ha il solo scopo di denigrare gli attivisti che difendono l'Amazzonia!

La prima assurdità è già stata corretta, perché la Giustizia ha ritenuto illegale l'arresto dei volontari e li ha rilasciati con una decisione habeas corpus. Ma i vigili del fuoco sono ancora sotto inchiesta e sono soggetti a diverse restrizioni imposte dal giudice.

Vogliamo che la giustizia capisca che sono innocenti! Non possono essere accusati di crimini che non hanno commesso!

Firma e condividi se sei a favore della difesa dell'Amazzonia!

Grazie,

Gabriela Montenegro

Director of Society Projects - CORE: Community Reinventing Education