SALVIAMO UN EDIFICIO SIMBOLO DELLA MILANO INDUSTRIALE

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Questo piccolo edificio di via Giuseppe Ripamonti, icona di Milano ritratti di fabbriche di Gabriele Basilico, si trova nell’area dell’ex-scalo Romana che ospiterà il nuovo Villaggio olimpico. L’edificio è in avanzato stato di degrado ed è, con tutta probabilità, destinato alla demolizione.

Gabriele Basilico ha dedicato a Milano moltissimi suoi lavori, a partire da Milano ritratti di fabbriche del 1980 seguito da Precursors of Postmodernism. Milano 1920-1930, da Immagini del Novecento. Milano architetture 1919-1939, Interrupted City, Nightscape/Milan e da Milan, Berlin, Valencia, contribuendo a far conoscere la città ai suoi stessi abitanti e al mondo intero.

Le fabbriche della periferia, per la maggior parte localizzate intorno agli Scali ferroviari, furono il motore dello sviluppo della città nel XX secolo e la loro riqualificazione sarà il fulcro del rinnovamento nel XXI secolo. La memoria del passato industriale è molto importante, perché è da esso che Milano trae la sua storia, la sua ricchezza e anche la sua forma urbanistica, ancora in divenire.

Chiediamo quindi che questo edificio sia restaurato e utilizzato come spazio pubblico a scopo culturale, in particolare per quanto riguarda la fotografia, la storia del lavoro e dell’industria milanese. Dedicata a Gabriele Basilico, illustre cittadino milanese che oggi riposa nel Famedio del Cimitero monumentale, questa struttura diventerebbe così un luogo significativo all’interno di una zona che orgogliosamente riconosce nel lavoro e nella civiltà industriale la sua origine, una zona non a caso immortalata nel 1909 dal pittore Umberto Boccioni in diverse opere, come ad esempio Officine a Porta Romana.

Ci rivolgiamo ai singoli cittadini, alle associazioni culturali e di quartiere, a tutti quelli che amano Milano e la sua storia perché aderiscano alla presente petizione, che sarà inoltrata alle autorità competenti del Comune, perché, nell’ambito delle loro funzioni, operino per il raggiungimento dell’obiettivo da noi proposto.

Milano, 23 gennaio 2021

Paola Kerpan, Presidente Associazione Cooperativa Cuccagna 

Giuseppe Corbetta, Forme urbane