Contro la chiusura dell'ospedale San Carlo Borromeo

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Evitare assolutamente l'approvazione del delirante progetto di dismissione del San Carlo Borromeo e del San Paolo con la nuova realizzazione di un ospedale unico a Ronchetto sul Naviglio (in pieno parco Sud coi relativi vincoli si tutela e salvaguardia) in luogo della ristrutturazione e riqualificazione del San Carlo Borromeo e del San Paolo, già finanziata con trasferimenti statali al momento accantonati. Entrambi i presidi sono un eccellenza e sono stati progettati negli anni 60 il San Carlo inaugurato in pompa magna dall'allora presidente del consiglio On.Aldo Moro come una grande opera strategica e nei 70 il San Paolo, per 1000 posti letto ciascuno, proprio per gestire due grandi bacini d'utenza il San Paolo il Sud Milano e il San Carlo l'ovest- Sud Ovest. Solamente il San Carlo è il primo pronto soccorso della città come numero accesso annui (più di Niguarda) è classificato dalla Regione come DEA DI secondo livello (è uno dei tre esistenti a Milano oltre a Niguarda e San Raffaele) , dotato di centro politrauma all'avanguardia e di eliporto di recente costruzione, è inoltre strategico per la vicinanza, 500 Mt. con lo stadio Meazza il cui ambito è oggetto di riqualificazione, pertanto sarebbe delirante sottrarre il.quadrante Ovest di Milano di una tale struttura peraltro storica, solo a fini edilizi speculativi.Il San Paolo è invece  sede della facoltà di Medicina e Chirurgia della statale quindi anch'esso strategico per la ricerca.  La condizione manutentiva dei due ospedali è degenerata negli anni per le opache politiche regionali che hanno privilegiato le strutture convenzionate dirottando fondi e rimborsi spesso gonfiati e non dovuti, vedi condanna Formigoni per Maugeri e San Raffaele, causando in tal modo il depotenziamento delle due strutture dai 1000 posti letto ciascuno agli attuati 600 circa. Adesso mentono asserendo che sarebbe più economico costruire un ospedale da 700 posti letto contro i complessivi 1200 coi primi lavori già realizzati al San Carlo è lasciati a metà...(ascensori nuovi di pacca, riporto, messa a norma antincendio, nuovo Cup) roba da Corte dei conti... 


Vuoi condividere questa petizione?