Chiediamo al Comune di Milano di NON aprire l'ennesimo centro per immigrati irregolari

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Con il Piano triennale delle opere pubbliche (PTO 2018-2020) il Comune di Milano ha deciso di adibire la palazzina abbandonata dell’ex Mercato del Pesce, in
via Sammartini, uno stabile di oltre 2mila metri quadrati su tre livelli (interrato, terra e primo piano), per l'apertura di un ulteriore centro di accoglienza per migranti.

Il progetto di demolizione e ricostruzione per la realizzazione di un "centro servizi integrati per grave emarginazione nuovo CASC " prevede un investimento di 2,5 milioni di euro

Questo progetto ostacola, ancora una volta, la richiesta dei cittadini del quartiere, che da anni attendono il riscatto e la riqualificazione del Quartiere
attorno al Rilevato Ferroviario.

Questa scelta è assolutamente sbagliata per la nostra zona:

1 - Il quartiere è già a rischio per la fortissima presenza di immigrati irregolari e clandestini.
Oltre ad essere a ridosso al viale Monza, a Via Padova e alla Stazione Centrale (ogni giorno agli onorai della cronaca per violenza varie), nella stessa zona
sono già presenti 1 Hub di accoglienza in via Sammartini, 1 Centro in via Ferrante Aporti, alcune strutture nei dintorni di Piazza Greco.
Questa concentrazione finirebbe per rendere il quartiere un vero e proprio ghetto, non facilitando neanche l’integrazione di cui tanto si parla.
2 -  E' in corso un progetto importante di riqualificazione del Rilevato Ferroviario per riportarlo a nuova vita con attività commerciali, spazi per mostre ed
eventi.
Un ulteriore grande centro di accoglienza degli immigrati irregolari allontanerà potenziali soggetti interessati a investire in spazi commerciali nel
Rilevato, oltre a danneggiare ancor più le poche attività rimaste.
3 - L’eccessiva concentrazione di irregolari, con il degrado a cui abbiamo già assistito nei pressi di strutture analoghe (basti pensare alle problematiche
che l'Hub ha provocato: centinaia di persone che bivaccavano nelle vie limitrofe, tanto da portare ad un mutamento della gestione, ormai insostenibile),
rischia di creare forti disagi e ancor più difficoltà da parte della cittadinanza ad accettare la presenza di queste persone.
Esattamente il contrario della tanto invocata “integrazione”!

Ancora una volta vengono smentite le promesse di quegli assessori che, solo pochi mesi fa, incontrarono i residenti che lamentavano il forte degrado dovuto
alla mancata gestione ed al sovrafollamento dell'Hub di via Sammartini.

Siamo quindi della ferma opinione che questa iniziativa non vada nella direzione dello sviluppo di un quartiere che tanto ha già dato in termini di
accoglienza.

Vi chiediamo quindi di firmare affinché il Comune fermi questa scellerata iniziativa e che, al contrario, investa in questi spazi per dedicarli ad attività
utili per tutta la cittadinanza!
Questo quartiere ha bisogno di spazi aggregativi e sociali, e non merita di essere abbandonato al degrado.

Grazie per il vostro sostegno!



Oggi: Insieme per la Legalità conta su di te

Insieme per la Legalità ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuseppe Sala: Chiediamo al Comune di Milano di NON aprire l'ennesimo centro per immigrati irregolari". Unisciti con Insieme per la Legalità ed 984 sostenitori più oggi.