Falcomatà, la stazione ferroviaria marittima di Reggio non si tocca

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Il progetto di parcheggio al porto di Reggio contiene un grave errore di fondo, laddove prevede la demolizione della stazione ferroviaria marittima e lo smantellamento del raccordo ferroviario verso la città e l'aeroporto. Errore di ingenuità, incompetenza, cortomiranza? Chiediamo di rivedere il progetto e, anzi, prevedere il ripristino dei servizi da mare verso Lido e verso l'aeroporto. Non serve una laurea in ingegneria dei trasporti per rilevare che con questo progetto la città si mena la zappa sui piedi, precludendo nei fatti l'intermodalità e l'accessibilità alle popolazioni messinesi. Una volta demolita la stazione non sarà più recuperabile; questo significa prestare il fianco alle politiche sciagurate di FS in Calabria. Per inciso potrebbero sorgere tutta una serie di problemi sul piano della prevenzione e gestione di eventi catastrofici. Firma anche tu la petizione prima che sia troppo tardi. Noi siamo reggini, si, ma anche abitanti dell'Area Metropolitana dello Stretto; e sappiamo bene che il futuro dell'aeroporto è legato al potenziamento dei servizi di collegamento efficienti e affidabili. Il treno garantisce più degli autobus. Ma si tratta di una svista o di una scelta ponderata (motivata)? Chiediamo una risposta subito



Oggi: Domenico conta su di te

Domenico Gattuso ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuseppe Marino: Falcomatà, la stazione ferroviaria marittima di Reggio non si tocca". Unisciti con Domenico ed 228 sostenitori più oggi.