Usare il Recovery Fund per rendere le stazioni ferroviarie accessibili

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.

Quando arriverà a100 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!

Per rendere i treni Regionali italiani accessibili a chi è su sedia a rotelle, i marciapiedi delle stazioni devono essere resi conformi al Regolamento UE 1300/2014. Si tratta di alzare i marciapiedi a 55 cm sul piano del ferro come richiesto dalle STI (Specifiche Tecniche di Interoperabilità). Ad oggi solo alcune stazioni sono state adeguate. Perfino alcuni capoluoghi di Provincia con oltre 100.000 abitanti non sono adeguati (o lo sono solo in parte, come Verona, Pesaro, Piacenza, Parma, Ferrara, Rimini). Bolzano, Prato, Ravenna, per citarne alcune, sono ancora a 25 cm. Molte altre stazioni di centri con oltre 50.000 abitanti sono ben lungi dall'essere adeguate, come le fermate minori delle grandi città (Fano, Firenze Castello, Statuto, Lambrate). Alzare un marciapiede è un lavoro facile che richiede circa 30 giorni ed il cui progetto si fa in pochi giorni. Costa circa 250 Euro/mq. Però richiede una discreta manodopera e quindi dà lavoro a molte persone in breve tempo. Caro Capo del Governo, Cara Ministra, Cara AD di RFI Fiorani, che ne dite di usare una sufficiente parte dei denari del Recovery Fund per questo intervento prima di impelagarsi in opere faraoniche che solo in minima parte hanno un progetto definitivo approvato? Per me che sono normodato è semplicemente una questione di giustizia. #vorreiprendereiltreno