Scialpinismo in zona arancione

Scialpinismo in zona arancione

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Francesco Falsina ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Lo scialpinismo è per eccellenza uno sport individuale e assolutamente privo di assembramenti. Viene svolto solitamente in due atleti, distanziati di parecchi metri sia durante la salita che durante la discesa. Si tratta di uno sport che può essere praticato solo in determinati luoghi e condizioni di innevamento e l'attuale impossibilità di uscire dal proprio comune impedisce alla maggior parte degli appassionati lo svolgimento dello stesso. Inoltre, per esempio paragonandolo alla passeggiata permessa in zona rossa, per fattori di sicurezza riguardanti lo sport stesso viene svolto a distanze intepersonali maggiori. Quindi ci si chiede, perchè si può andare a correre in una Milano affollata nonostante le restrizioni, con l'impossibilità di non imbattersi in contatti ravvicinati, e non andare in mezzo alla natura lontani da altre persone?

Il permesso di raggiungere comuni diversi dal proprio per lo svolgimento di questa attività e altre analoghe per rischio di contagio, come ad esempio l'alpinismo e il trail running, non inciderebbe in nessun modo sui contagi, anzi al massimo andrebbe a ridurre l'afflusso in altri luoghi oggigiorno soggetti a molti assembramenti, come i centri commerciali. 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!