RIPRISTINIAMO IL PADIGLIONE ITALIA AI GIARDINI DELLA BIENNALE DI VENEZIA

RIPRISTINIAMO IL PADIGLIONE ITALIA AI GIARDINI DELLA BIENNALE DI VENEZIA

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Sergio Mandelli ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

PETIZIONE PER IL RIPRISTINO DEL PADIGLIONE ITALIA AI GIARDINI DELLA BIENNALE DI VENEZIA

Sono passati vent’anni dalla storica edizione della Biennale di Venezia del 1999, nota fra l’altro per la decisione di non dedicare più il Padiglione Italia alla presentazione degli artisti italiani, ma unicamente alla realizzazione di una mostra a carattere internazionale.

Nel 2007 si decise di ripristinare il Padiglione Italia in una posizione però più defilata, alle Tese delle Vergini all’Arsenale.

Riteniamo a questo punto sia tempo di bilanci, che, purtroppo, almeno per quanto riguarda la situazione dell’arte italiana, non sono affatto positivi.

In questo periodo, infatti, nonostante l’interesse per l’arte contemporanea sia cresciuto enormemente a livello mondiale, il ruolo dell’arte italiana è diventato via via sempre più marginale, con il risultato che alcuni dei nostri maggiori artisti hanno quotazioni ingiustificatamente assai più basse rispetto ad artisti stranieri di pari valore.

Se da una parte questo stato di cose è dovuto ad una molteplicità di fattori – sociali ed economici – di carattere sovranazionale, dall’altra non possiamo fare a meno di notare che, a differenza di quanto realizzato in alcuni Paesi, non è stata creata da parte delle istituzioni pubbliche una rete nazionale di interessi comuni volta a valorizzare l’arte italiana nelle maggiori esposizioni internazionali.

E se è vero che la Biennale di Venezia è ancora di gran lunga la principale vetrina d’arte contemporanea nel mondo, è altrettanto vero che la stessa Biennale, nelle intenzioni dei fondatori, avrebbe anche il compito istituzionale di presentare il meglio dell’arte italiana.

Pur ritenendo improponibile, oggigiorno, la partecipazione di un gran numero di artisti italiani come nel passato, nemmeno si ritiene in alcun modo giustificabile la presenza di soli cinque artisti italiani come nella Biennale attuale, di cui solo due invitati alla mostra internazionale, affidata al curatore Ralph Rugoff.

Noi, sottoscrittori di questa petizione, riteniamo che l’arte sia un ottimo strumento di promozione della creatività italiana nel mondo, una promozione che si traduce anche in importanti ricadute di tipo economico. E’ risaputo infatti che il sistema dell’arte attrae un numero notevole di competenze e di professionalità differenti, che in Italia non sono certo scarse.

Riteniamo che sia compito delle istituzioni pubbliche italiane promuovere il meglio dell’arte italiana, cominciando dall’uso delle strutture già esistenti, tra l’altro create proprio con questo scopo.

Chiediamo perciò alle autorità competenti il ripristino – indispensabile e urgente – del Padiglione Italia nella sua sede storica ai Giardini, sicuramente in grado di conferire agli artisti presenti un maggiore prestigio rispetto alla posizione defilata – e per molti aspetti mortificante – del padiglione attuale.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!