Rilanciare i negozi di vicinato, giustizia commerciale e fiscale rispetto aicolossi online

Rilanciare i negozi di vicinato, giustizia commerciale e fiscale rispetto aicolossi online

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!
Michele Pavani ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

La concorrenza sleale sia commerciale che fiscale dei colossi dell ' on-line, in primis, Amazon, che solo, negli ultimi 2 mesi di pandemia ha fatturato 30 miliardi di euro in più rispetto all' anno prima, ha evidenziato con quale cinismo ha continuato ad espandersi, approffitando, delle disgrazie e della tragedia di tutto il comparto commerciale tradizionale costretto a rimanere chiuso a causa della pandemia. Con questi ritmi molto presto, Amazon ,e l' e-commerce, in generale, andranno ben oltre il loro ruolo di servizio innovativo, e , diverranno, monopolisti in molti settori, soggiogandoci alle loro condizioni. Molte realtà della filiera economica scompariranno , mettendo in difficoltà molti lavoratori , i quali, non potranno nemmeno avere il sostegno di una politica di welfare, sufficente, per vivere dignitosamente, visto che Amazon contribuisce soltanto una minima parte al versamento delle imposte godendo, di fatto, di una tassazione iniqua rispetto al commercio tradizionale generando una intollerabile ingiustizia fiscale. Se l' Europa e l'Italia non affronteranno, seriamente, il problema WEBTAX. Vien da se che, tutti gli sforzi economici che verranno messi in atto dal governo per risolvere l ' emergenza,risulteranno inutili per molti settori del  commercio costretti, comunque, alla chiusura a causa di una vergognosa ed intollerabile concorrenza sleale.

Un piccolo bottegaio di paese al servizio della comunità

Michele Pavani. Altedo.  Bologna

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!