No DAD per le scuole superiori

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Mi chiamo Amelia Corso e frequento la classe quarta di un liceo nella città di Pietrasanta (LU)
Ho ascoltato l'ultimo DPCM e come studentessa di una scuola secondaria di secondo grado avrei un'osservazione da porre. Sembra quasi impossibile portare a termine in modo completo il percorso di studi facendo il 75% delle lezioni in DAD.
Abbiamo tutti assistito al flop della DAD verificatosi questa primavera:alunni assenti, connessione instabile, e molti professori che non essendo abituati a questa DAD sono in difficoltà a svolgere le lezioni. Questo a danno di noi studenti. Impedirci una regolarità scolastica con interrogazioni e lezioni in presenza equivale a toglierci il diritto allo studio In quanto non è garantita una buona e solida istruzione ma anzi molto precaria.
Essendo una studentessa ho il diritto a studiare e di creare il mio futuro. Inoltre i contagi nelle scuole sono veramente effimeri. Infatti é ben diverso parlare di "contagi a causa della didattica in presenza nelle scuole" quando invece si tratta di studenti, personale ata e personale docente che non rispettando le norme nella vita di tutti i giorni introducono il covid-19 nelle scuole.
Impedendo la didattica in presenza e non proclamando un lockdown generale si arriverà solo ad una ressa di gioventù (e non solo) ,e assembramnti contribuendo alla diffusione del virus impedendoci un bisogno fondamentale che è quello dell'istruzione.
Per quanto riguarda i mezzi pubblici, questi non dovrebbero essere un impedimento per la didattica. Riparare, aggiungere altri mezzi di trasporto garantirebbe lo studio, questo fatto dovrebbe essere solo una piccolezza in quanto l'istruzione è fondamentale per il nostro paese.
Dobbiamo aiutare la scuola investendo sui mezzi pubblici e non privarci della scuola a causa dei mezzi.
Ricordiamoci che siamo uno, se non il primo paese colpito da un potente analfabetismo di ritorno. La situazione mi sembra parecchio grave.
Con questo vorrei che leggesse le mie parole e capisse l'importanza dello studio per le scuole secondarie di secondo grado visto che devono creare giovani donne e uomini per essere parte del nostro futuro.
Cordiali saluti.
Amelia