No alla Fatturazione Elettronica per le piccole imprese

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


L’introduzione della fattura elettronica obbligatoria fra privati è una circostanza estremamente negativa; chi ha pensato questa rivoluzione fiscale non ha una conoscenza pratica del problema.
Obbligare chiunque alla fatturazione elettronica comporterà maggiori aggravi economici e finanziari per tutti: in primis per i piccoli, piccolissimi imprenditori che dovranno recarsi dai propri consulenti con notevole perdita di tempo, per poter emettere quelle poche fatture di vendita della propria produzione. A seguire per le micro imprese, anch’esse obbligate a dotarsi di un programma e, se necessario di un addetto amministrativo, con aumento di costi. E di seguito ancora per tutti gli altri casi per i quali rivolgersi al proprio consulente (con aggravio di costi oltre che di tempo non proprio disponibile).
Non servirà per l’evasione, anzi forse sarà un nuovo incentivo. Le grandi evasioni non si bloccano così.
Produrrà solamente un po’ più di rigidità, più burocrazia è più costi. I piccoli imprenditori, professionisti e piccole aziende subiranno costi non proporzionati alla propria attività e sarà vissuto come l’ennesima vessazione del fisco. La fattura elettronica obbligatoria fra privati andrebbe bene per aziende con strutture idonee ma solo a partire da ricavi superiori 500.000,00 euro , per gli altri sarà solo un aggravio di costi e perdita di tempo.

Lino Ricchiuti - Presidente nazionale movimento Popolo Partite Iva

https://www.facebook.com/Ricchiuti.Lino



Oggi: Lino conta su di te

Lino Ricchiuti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuseppe Conte: No alla Fatturazione Elettronica per le piccole imprese". Unisciti con Lino ed 1.768 sostenitori più oggi.