Vittoria

Monopattini: Micro mobilità”, o mine vaganti?

Questa petizione ha creato un cambiamento con 1.511 sostenitori!


Petizione

Uso di monopattini elettrici, hoverboard, segwaye simili

Protagonisti controversi della micromobilità cittadina. Negli ultimi mesi basta dare un colpo d’occhio intorno a noi e ci accorgiamo che le nostre città sono popolate da questi strani attrezzi. Il Monopattino è nato all’inizio del 1900  come mezzo riservato ai bambini, prima mosso a trazione umana oggi ha acquistato un motore elettrico ed è diventato una vera alternativa per la mobilità eco sostenibile.

Tutto bello? Magari anche si. Se tutto funzionasse all’interno delle regole stabilite e del buon senso.

La parola magica è Rispetto; non solo per le regole ma, soprattutto, nei confronti di tutti i cittadini che vivono e condividono gli spazi nella propria città.

Il rispetto è alla base di una civile convivenza. I gestori dello sharing e gli utilizzatori molto spesso dimenticano la magia della solidarietà e ciò che prevale è solo malcostume.

L’utilizzo del monopattino su marciapiedi, su strada in contromano, l’abbandono del mezzo ovunque e le alte velocità che minacciano la sicurezza dei pedoni, sono atteggiamenti puniti dal codice della strada ma ci si rende conto che tali norme rimangono sulla carta e molto spesso inapplicate.

I Cittadini hanno bisogno di protezione da una vera minaccia alla propria sicurezza; negli ultimi tre mesi i sinistri con protagonisti i monopattini elettrici sono almeno due al giorno e sono in crescita.

E’ necessario affiancare all’attuale normativa alcuni accorgimenti che ridurrebbero la pericolosità di un mezzo che, usato impropriamente, diventa una vera mina vagante.

Pertanto in relazione all’uso di monopattini elettrici, hoverboard, segwaye simili

 

Chiediamo

1.     In rispetto alla normativa europea sulle auto elettriche, in vigore dal 2019,  l’adozione dell’AVAS (Audible vehicle alert system) un sistema di rumore artificiale che segnala il mezzo in movimento, sempre e comunque.

2.     L’identificazione di siti dove è consentito lasciare il mezzo, così da evitare l’abbandono indiscriminato.

3.     L’adozione di un sistema GPS che regoli automaticamente la velocità del mezzo a 6 km/h allorchè gli stessi transitino nei centri storici o in zone particolarmente affollate.

4.     Una speciale attenzione da parte della polizia municipale atta a scoraggiare atteggiamenti illegali e pericolosi.

5.     Alle società che gestiscono lo sharing dei mezzi di inibire il noleggio dello stesso, qualora si accerti un uso improprio del monopattino dall’utente. 

 

Norme di riferimento:

·       Roma Capitale: Delibera della giunta n. 75/20;

·       Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti del 4 giugno 2019;

·       Legge 145/2018;

·       Legge 8/2020.



Oggi: Roberto conta su di te

Roberto Remoli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuseppe Conte: Monopattini: Micro mobilità”, o mine vaganti?". Unisciti con Roberto ed 1.510 sostenitori più oggi.