Mascherine trasparenti per tutti, perché anche gli IPOUDENTI hanno diritto di comprendere

Mascherine trasparenti per tutti, perché anche gli IPOUDENTI hanno diritto di comprendere

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Paola Solazzi ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Sono Paola Solazzi, persona IPOUDENTE ma pur sempre un essere umano.

A causa dell'Emergenza Covid in corso, l'utilizzo delle mascherine ha pesantemente modificato la qualità della mia vita, così come quella di tutte le persone che manifestano il mio stesso problema: noi IPOUDENTI, spesso, abbiamo bisogno di leggere il labiale della persona con cui stiamo interagendo, e, ovviamente, una bocca coperta ci impedisce di farlo.

Non siamo neanche sordomuti, pertanto il linguaggio dei segni non aiuta, in quanto è a noi sconosciuto.

Credo che sia un nostro diritto poter continuare a vivere nella società come tutto il resto delle persone "normali", poiché in questo momento non possiamo considerarci tali.

Chiedo pertanto al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ai membri della Commissione Tecnica, al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e, in ambito regionale, al Governatore Alberto Cirio, ed al Sindaco di Torino, Chiara Appendino, di valutare NECESSARIAMENTE l'introduzione delle MASCHERINE TRASPARENTI OBBLIGATORIE in qualsiasi luogo di interesse pubblico.

Vorrei sensibilizzare tutti coloro a cui chiederò un contributo per aiutarmi in questa mia battaglia, perché, in quanto minoranza, noi IPOUDENTI non siamo stati presi in considerazione, siamo stati dimenticati ed abbandonati a noi stessi e siamo spesso vittime di discriminazioni, in una società dove regna l'egoismo e non esiste empatia verso il prossimo.

Grazie a tutti.

Paola

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!