L'Italia cade a pezzi. Questo è il frutto di 25 anni di privatizzazioni. Ora basta.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Venticinque anni di privatizzazioni hanno reso inefficienti tutte le infrastrutture. Strade, viadotti, ferrovie, acquedotti, fognature non vengono più sottoposti ad interventi adeguati di manutenzione e ricostruzione almeno dai primi anni Ottanta. Ciò accade perché l'impresa privata ha come obiettivo il profitto, e non l'interesse comune. Il risultato è che l'Italia cade letteralmente a pezzi.

Il crollo del Ponte Morandi a Genova è solo l'ultimo episodio di una serie interminabile. Basta coi disastri, frutto dell'arricchimento di pochi a discapito di tutti  i cittadini. Occorre nazionalizzare nuovamente la gestione di tutte le infrastrutture, secondo la logica che generò il boom economico italiano. Basta con il saccheggio dei beni comuni a vantaggio di pochi miliardari.



Oggi: Alvaro conta su di te

Alvaro Belardinelli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuseppe Conte: L'Italia cade a pezzi. Questo è il frutto di 25 anni di privatizzazioni. Ora basta.". Unisciti con Alvaro ed 191 sostenitori più oggi.