AUTONOMI E PARTITE IVA: REDDITO DI QUARANTENA PER TUTT*. VERSO UN REDDITO DI ESISTENZA.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


REDDITO DI QUARANTENA PER TUTT*. VERSO UN REDDITO DI ESISTENZA INCONDIZIONATO: #nienteresticomeprima

L’emergenza coronavirus, drammatica per tutto il paese, sta rivelando in modo dirompente quanto le partite IVA e i lavoratori autonomi siano, nella società del mercato e della concorrenza, abbandonati a se stessi e alle alterne vicende della vita.

MGA sindacato nazionale forense ha già inviato al Presidente del Consiglio e ai Ministeri competenti un documento analitico di rivendicazioni finalizzate a ottenere un’adeguata assistenza e il necessario sostegno ai redditi dei lavoratori autonomi per il periodo dell’emergenza e anche oltre (il testo integrale è qui).

Ma riteniamo che non sia sufficiente, e riteniamo soprattutto che la pandemia da Covid-19, oltre ad essere una tragedia mondiale, stia mostrando l’insostenibilità vitale del sistema liberista e mercatista.

Finito questo periodo, niente potrà e dovrà restare come prima, perciò:

  1. chiediamo, per il periodo dell’emergenza e quindi dell’astensione forzata dal lavoro, che venga attivato un reddito di quarantena per tutti i lavoratori autonomi che per il 2019 abbiano dichiarato un reddito pari o inferiore a 20.000 euro;
  2. chiediamo poi che, una volta terminata l’emergenza, venga finalmente introdotto in Italia un reddito universale di esistenza per tutti e tutte coloro che, lavoratori o non lavoratori, siano esclusi dagli ammortizzatori sociali: misura non sottoposta ad alcuna condizione se non l’esclusione da altre forme di sostegno alla vita e al reddito, che sottragga le persone dalla precarietà, dalla povertà, dal ricatto del lavoro nero e del lavoro sottopagato.

Insomma, una misura emergenziale che vogliamo diventi strutturale, evolvendosi in un vero e proprio reddito di esistenza, universale e incondizionato, da finanziarsi con la fiscalità generale, con fondi europei, e con un generale aumento del prelievo fiscale dalle fasce reddituali più alte, dando finalmente una seria e incisiva attuazione al principio della progressività fiscale sancito dall’art. 53 della Costituzione. 

#nienteresticomeprima