Regolamentate la risalita sulle piste da sci per gli sci alpinisti

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


La pratica dello sci alpinismo si è largamente diffusa negli ultimi anni. Non sempre le condizioni del manto nevoso (per ragioni di scarsità o pericolosità), le condizioni meteo e la disponibilità di tempo, consentono agli scialpinisti di percorrere itinerari di media e alta montagna nelle nostre valli. Inoltre la pratica dello sci alpinismo può essere anche scelta come un'attività sportiva agonistica che richiede ai praticanti un adeguato allenamento, da svolgersi possibilmente, anche, in luoghi sicuri. E' un'evidenza che ad oggi siano molti gli scialpinisti che, più o meno frequentemente durante la stagione invernale, risalgono le piste (di fatto in contrasto con la normativa), apportando comunque delle ricadute economiche per le valli.

Alcuni gestori hanno predisposto degli itinerari di risalita all'interno dei comprensori sciistici, tuttavia alcuni di questi richiedono l'utilizzo di impianti a fune, con una perdita di tempo, se fruiti spesso, non irrilevante.

Chiediamo che i comprensori sciistici predispongano, a fronte del pagamento di un biglietto (giornaliero o stagionale), dei tracciati per la risalita lungo/presso i comprensori sciistici in modo da svolgere l'attività scialpinistica in sicurezza, senza compromettere la tranquillità e la sicurezza dei frequentatori delle piste da sci.